Anthracnose: Come Trattarlo?

Loading...

Loading...

antracnosi sulle foglie

Antracnosi è una malattia fungina che si sviluppa quando l'umidità è troppo alto, soprattutto in primavera e in autunno, ma in estate con temporali estivi particolarmente favorevoli allo sviluppo di questa malattia che ha bisogno di un tasso di umidità forte e caldo (circa 20° C).

Così i funghi crescono ad alta velocità e indeboliscono le piante: non muoiono ma non producono correttamente. Vediamo come riconoscere l'antracnosi e come trattarlo.

Sintomi di antracnosi

Anthracnose è caratterizzata da grandi macchie beige al marrone, a volte diventando quasi trasparente, con un bordo nero sulle foglie o steli. Le macchie sono ricoperte da gocce d'arancia di una specie di muco che contiene molte spore del fungo. Le parti della pianta colpite alla fine diventano necrotiche.

Quando il tasto di frutta antracnosi, rotonde macchie marroni forma che stanno crescendo e che finiscono per essere vinta da marciume.

Le piante interessate da antracnosi

Per ogni impianto, il fungo è di natura diversa (Colletotrichum, Gloeosporium, Glomerella, Gnomonia, Pseudopeziza, Apiognomonia, Discula, ecc), ma i sintomi sono sempre le stesse.

Per melone, cetriolo e zucca, si chiama antracnosi nudo rosso Cucurbitacee. Nel giardino, piselli, lattuga e fagioli sono particolarmente sensibili all'antracnosi.

Frutta che vedono i loro raccolti persi in quantità e qualità sono ciliegia, fragola, lampone, il ribes nero e uva spina.

Quercia, acero, platano, salice, nocciolo, rosa e vite sono frequentemente colpite da antracnosi.

Come trattare l'antracnosi?

Prevenire la comparsa di antracnosi

Il fungo si diffonde attraverso l'acqua da irrigazione o pioggia (schizzi, deflusso...) tramite la strumenti zappatura esempio attraverso il giardino ausiliario (uccelli, insetti...).

antracnosi sui frutti

Per evitare anthracnose sviluppa, meglio iniziare con prevenire l'insorgenza di fungo che può rimanere attivo almeno 2 anni di residui vegetali o nel terreno, che è altamente contagiosa (comprese le sementi: do non usare i semi delle piante con antracnosi).

Inizia raccogliendo le foglie cadute dagli alberi e dalle piante malate in autunno e bruciale.

Nell'orto, ruotare le colture per almeno 3 anni e distanziare le file in modo da rendere più difficile la contaminazione locale.

Preferiscono aspersione diretta in quanto evita di bagnare le foglie ed evitare spostamenti fra file dopo una pioggia che bagnare le foglie per evitare la diffusione del fungo ad altre piante.

Optare per varietà note per essere meno sensibili all'antracnosi.

Trattare l'antracnosi

L'antracnosi non è trattata bene, quindi l'importanza della prevenzione. Su un albero, taglia le parti interessate e bruciale. Fai lo stesso nell'orto. Pulisci e disinfetti gli strumenti dopo questa dimensione.

Gli unici trattamenti che si possono fare è preventiva: letame equiseto diluito al 10% a spruzzo ogni 10 giorni di primavera fino ad agosto è interessante contro le malattie fungine che possono anche essere curativa in principio di attacco.

L'aglio usato come decotto o macerazione oleosa è attivo come fungicida. La miscela bordolese ha anche un'azione preventiva.

(Credito fotografico Scot Nelson - CC BY 2.0)

Loading...

Video: .

Loading...

Condividi Con I Tuoi Amici