Carciofo: Una Verdura Dal Cuore Morbido

Loading...

Loading...

carciofo

Il carciofo è originario del Mediterraneo e viene consumato sia crudo che cotto. È apprezzato per il suo cuore tenero e il suo sapore particolare.

Il carciofo in poche parole:

Produzione francese(1): 44 000 tonnellate (media 2008-2012)
Bacini di produzione: Bretagna, Linguadoca-Rossiglione
disponibilitàDa maggio a novembre
Stagione completa: Da maggio a giugno
Prezzo medio nel 2013(2): 3,72 € / kg
Consumo domestico nel 2013(2): 730 g per famiglia
nutrizione(3): 100 g di carciofo rappresentano 44,4 kcal

La cultura laterale del carciofo

Le piantine iniziano dalla fine di aprile nella serra o da aprile a maggio in piena terra. Ci vorrà un anno per raggiungere il primo raccolto.

il coltivazione di carciofo richiede un'attenzione speciale e un solido know-how del produttore. Il terreno deve essere frequentemente ventilato ma anche regolarmente irrigato. È quando le piante raggiungono un metro di altezza che la raccolta può iniziare.

Ogni carciofo maturo viene raccolto a mano tra maggio e la fine di novembre. La raccolta termina quando un bel fiore blu-viola appare tra le squame del vegetale.

Ci sono due varietà principali: la Camus, originaria della Bretagna, che viene mangiata cotta, e la Violet de Provence che è più adatta per una degustazione cruda.

  • orto: coltivazione e manutenzione del carciofo
  • la salute:benefici e virtù del carciofo

Carciofo, un po 'di storia

Originari del Mediterraneo, i carciofi provengono da diversi incroci botanici. Le prime tracce si trovano in Italia durante il Rinascimento (metà del XVI secolo). Inizialmente utilizzato come rimedio, era noto anche come afrodisiaco.

In Francia, è presentato per la prima volta sul tavolo della regina Caterina de 'Medici. Il vegetale diventa il suo peccato carino, come quello di Luigi XIV. È lui che incoraggerà la coltivazione dei carciofi in Francia.

Il suo successo è tale che ci sono cinque specie diverse a Versailles al tempo del Re Sole: Bianco, Verde, Viola, Rosso e Dolce Genova.

Solo nel 1810 un agronomo della regione parigina sviluppò la "Camus de Bretagne", il carciofo preferito dai francesi.

Questa varietà di un verde intenso e cenere ha un capitello rotondo e stretto con scaglie larghe e corte.

La cottura laterale del carciofo

Acquisto di carciofo:

Scegli il carciofo con una testa densa con scaglie non tessute e strette. Le foglie dei carciofi viola devono essere spesse e leggermente pungenti. Se la parte superiore delle foglie è nera, significa che è stata raccolta per un lungo periodo di tempo.

Per essere sicuro di scegli un carciofo fresco, assicurarsi che lo stelo sia leggermente umido e morbido.

Conservazione del carciofo:

I carciofi possono essere conservati solo per alcuni giorni nel cassetto più fresco del frigorifero.

  • È indispensabile lasciare intatto lo stelo prima di riporlo in un luogo fresco per proteggerlo dall'ossidazione.
  • Una volta cotto, il carciofo non mantiene (anche in frigo).

Preparazione del carciofo:

Il carciofo viene consumato crudo o cotto. Non richiede preparazione prima della cottura, se non un passaggio rapido sott'acqua. Se hai intenzione di assaggiarlo crudo, assicurati di asciugare bene le foglie in modo che non finiscano l'acqua.

Per cucinare, contare da 20 a 40 minuti (a seconda delle dimensioni) in una casseruola di acqua bollente salata. Spara una foglia, se si stacca senza resistenza, è cotta.

  • Da leggere: tutte le nostre ricette di carciofo
  • la salute: benefici e virtù del carciofo

Fonte: (1) Agreste, (2) Kantar Worldpanel 2013, (3) Ciqual 2013
© Philippe Dufour / Interfel

Loading...

Video: Fusilli carciofi e caprino.

Loading...

Condividi Con I Tuoi Amici