L'Uva Ursina: Benefici Per La Salute E Beni

Loading...

Loading...

Uva orsina (Arctostaphylos uva-ursi) o Uva orsina

Bearberry (Arctostaphylos uva-ursi) o l'uva ursina è un sotto-arbusto che si trova nelle foreste di montagna asciutte, sotto i pini e i larici, dove il clima soleggiato e freddo è favorevole. Preferisce i terreni acidi. Le bacche di orsacchiotto sono commestibili, ma sono soprattutto le foglie che hanno virtù per curare i disturbi del tratto urinario.

Uva orsina contro i disturbi urinari

L'uva ursina può essere riconosciuto dai suoi rami tortuosi, rosso-bruno, con corteccia liscia, che si diffondono in tutte le direzioni con piccole lucide, foglie coriacee, vicini a quelli di bosso (bouisserolo significa "bosso" in provenzale!). I fiori a forma di campana che sono stretti alla fine sono di colore bianco-rosato e daranno frutti rossi rotondi a fine estate.

Le foglie contengono glucosidi fenolici compresi arbutina (chiamato anche arbutoside) che, metabolizzati nei reni di idrochinone diventa antibatterica nei confronti dei principali agenti infettivi (Escherichia coli, Proteus mirabilis, Pseudomonas aeruginosa...). Attenzione però, uva ursina non deve essere utilizzato più di una settimana consecutiva e non più di 5 volte l'anno, evitando ulteriori consumare cibi acidificanti e farmaci (vitamina C, succhi di agrumi...) perché l'azione dell'orsberry richiede l'urina alcalina. Le donne incinte o che allattano non dovrebbero assumerne nessuna.

Le foglie dell'orso dell'uva contengono anche tannini, fenoli, flavonoidi, triterpeni. Ancora una volta, sono necessarie alcune precauzioni perché i tannini con dosi troppo elevate possono causare stitichezza o nausea e vomito.

Le virtù medicinali dell'uveberry

Queste sono le proprietà diuretiche bearberry tradizionalmente sottolineato, ma il suo potere antisettico urinario rende utile per prevenire e trattare i disturbi urinari lievi come cistiti, uretriti, le sensazioni di bruciore durante la minzione.

I tannini di bearberry rendono astringente e permettono di agire su enterite con diarrea, perdite vaginali, sanguinamento uterino.

Uva orsina (Arctostaphylos uva-ursi) o Uva orsina

Le foglie di Bearberry sono presentate e utilizzate in diversi modi:

  • in infusione: circa 2 g di foglie di uva ursina essiccata / 150 ml (massimo 3 tazze / giorno), in infusione da 6 a 10 minuti,
  • decozione: circa 20 g di foglie secche di bearberry / 1 l (massimo 3 tazze / giorno), facendo bollire 2-3 minuti e poi lasciare infondere 10 mn,
  • in capsule o tintura madre, come indicato dal farmacista.

L'uva ursina in cucina

La polpa del frutto di Bearberry è farinosa, piccante, astringente, aspra e molto nutriente. In passato, la frutta veniva schiacciata e mescolata con farina per preparare pancake o pane. È possibile fare marmellata.

Uva orsina in cosmetica

Nei cosmetici, l'uva ursina offre le sue proprietà depigmentanti (sbiancamento della pelle) mediante l'inibizione della melanina. Per questo motivo può essere usato contro macchie brune, macchie tumorali di alcuni melanomi.

L'uso delle piante per guarire deve essere fatto chiedendo a un medico, un farmacista o un erborista. Le donne incinte, le persone con malattie croniche e gravi o l'assunzione di farmaci dovrebbero consultare un medico prima che l'automedicazione possa portare a effetti avversi, comprese le interazioni farmacologiche.

(foto 1 di Sten Porse - Lavoro personale, CC BY-SA 3.0)

Loading...

Video: Government Surveillance of Dissidents and Civil Liberties in America.

Loading...

Condividi Con I Tuoi Amici