Bocca Con La Regina (Funghi, Cozze, Sogliola, Gamberetti)

Loading...

Loading...

Morsi al

Ecco una meravigliosa ricetta per molluschi, gamberetti, funghi e sogliola come pesce.

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 g di cozze
  • 3 bicchieri di sidro
  • 150 g di funghi parigini
  • 1/2 avvio di prezzemolo piano
  • 12 gamberetti rosa
  • 2 bei filetti di sogliola
  • 30 cl di brodo di pesce
  • 1 uovo
  • 4 cucchiai. panna fresca
  • 1 cucchiaio. cucchiai di Calvados
  • 20 g di burro
  • 4 morsi pronti per guarnire
  • Sale e pepe

Morsi alla "Regina"

- Raschiare e lavare le cozze, metterle in una casseruola. Aggiungere il sidro, coprire e riscaldare a fuoco vivace. Quando le cozze sono aperte, toglile dalla casseruola e rimuovile. Filtra e riserva il succo ottenuto.

- Pulisci e trita i funghi parigini.

- Lavare e tagliare il piatto di prezzemolo.

- Tagliare i gamberetti e tagliarli in 2 o 3 pezzi (a seconda delle dimensioni).

- Tagliare i filetti di suola in sezioni larghe 1,5 cm.

- In una casseruola, versa il brodo di pesce. Portare a ebollizione. Aggiungere la suola, coprire e cuocere per 2 o 3 minuti.

Preriscaldare il forno a 150° C (th.5)

- Mescolare il tuorlo con un cucchiaio di crème fraîche e il calvados. Prenotare.

- Sciogli 20 g di burro in una casseruola, aggiungi i funghi.

Cuocere a fuoco basso per 3 minuti. Aggiungere i succhi di cottura delle cozze e far evaporare il liquido a metà. Incorporare i restanti cucchiai di crema restante. Portare a ebollizione per 3 o 4 minuti e aggiungere, mentre frullando, la miscela uovo / crema / calvados. Aggiungere le cozze, i gamberi, la sogliola e il prezzemolo. Mix. Diffusione nei morsi pronti per guarnire.

- Cuocere e cuocere per 5 o 6 minuti.

- Servire caldo.

B.A.ba del capo:

Sulla stalla, scegli la tua suola prima di sollevare le reti dal pescivendolo. Evita le reti poste sul ghiaccio.

Cantina, vino per accompagnare un morso alla regina:

Ecco una versione marittima di un grande classico della cucina borghese. Il contributo del laminato, così caro ad esso, dà il suo

Sollievo croccante con un finale morbido e tenero e note burrose che arrivano a collegare il sidro e i sapori marittimi. Per giocare in contrasto, immaginiamo vini con acidità sostenuta, quelli che provengono dalla Chenin in Loire combinano questa caratteristica con, per alcuni terroir, una densità in bocca che consente al vino di non sbiadire troppo davanti al piatto. Questo è il caso delle bellissime annate di Jasnières in Touraine e Savennières in Anjou. Una bella struttura acida è anche caratteristica dello Chardonnay d'Arbois i cui aromi imburrati rafforzeranno quelli della pasticceria; allo stesso modo, ma andando nella direzione della rotondità e della morbidezza del piatto, si sceglierà un Pouilly-Fuissé, derivante dalla stessa varietà di uva.

M. Chassin

PAROLE DELLA CUCINA

Tritare: tagliare a fettine sottili.

Ricetta: T. Debethune, Foto: C. Herlédan

Loading...

Video: .

Loading...

Condividi Con I Tuoi Amici