Il Gatto Del Bengala: Un Mini Cerbiatto A Casa!

Loading...

Loading...

Una delle più belle razze di gatti che si possano acquisire è senza dubbio il gatto del Bengala, a volte chiamato gatto del Bengala, sebbene non provenga proprio da questa regione del mondo! Questa razza insolita è stata creata per il piacere degli occhi: sfoggia un abito esotico che lo fa sembrare un piccolo leopardo. È un vero gatto con un carattere forte... Se si prevede di adottarne uno, fare attenzione, la riflessione è di rigore prima di capovolgersi. Scopri qui tutto ciò che devi sapere su di esso!

Il gatto del Bengala: un mini cerbiatto a casa!

  • Dimensioni: da 30 a 35 cm di lunghezza
  • Peso: da 4,5 a 6,8 kg per il maschio, da 3,6 a 5,4 kg per la femmina
  • Capelli: corti
  • Colore: toni dell'arancio al marrone chiaro
  • Aspettativa di vita: da 10 a 16 anni
  • Durata della gestazione: da 56 a 71 giorni

Descrizione e caratteristiche del gatto Bengala

Il Bengala appare esattamente come un piccolo gatto selvatico: il suo vestito tipico ha punti e rosette (macchie bicolori) come quelli di un leopardo. Ha anche screziature soprattutto sulle gambe, sul petto e intorno al viso. I modelli variano da un individuo all'altro. Il Bengala è medio grande, spesso più grande dei nostri soliti gatti domestici; i maschi, in particolare, hanno una struttura forte e un corpo potente.

Le femmine, più fini, hanno però una muscolatura disegnata che dà loro un aspetto selvaggio. La testa è piuttosto allungata, con un naso sottile che ricorda il siamese e la punta delle orecchie è arrotondata. L'abito può avere vari colori, nei toni del marrone, ma ci sono tonalità più chiare che si avvicinano al grigio - bianco. Gli occhi sono gialli o verdi.

Storia e origini della razza del Bengala

La razza è stata sviluppata negli Stati Uniti ed è nata in California, il risultato del lavoro di un allevatore appassionato, Joan Mills. Questo voleva creare un gatto che somigliasse il più possibile a un felino selvaggio. Incroci tra American Shorthair e Asian wild cat (gatto leopardo del Bengala) hanno permesso di arrivare a questo sorprendente risultato, per la prima volta negli anni '60; poi i matrimoni con diverse razze di gatti (soprattutto siamesi) hanno dato al Bengala quello che sappiamo oggi. Queste ibridazioni hanno aiutato a perfezionare la silhouette ea testare la resistenza della razza a determinate malattie. Il gatto del Bengala è stato riconosciuto come razza negli Stati Uniti nel 1983 e importato in Francia negli anni 90. Sebbene popolare nelle mostre, rimane insolito nelle case che lo rendono un gatto eccezionale.

La razza di gatti del Bengala

Carattere e comportamento del gatto del Bengala

Meglio essere avvertiti: è in qualche modo qui che la bellezza del Bengala è pagata... In effetti, la sua curiosità e vivacità lo rendono un gatto avventuroso che è in grado di mettere la sua vita in pericolo. È quindi meglio tenerlo in un ambiente chiuso, all'interno o all'esterno e sotto la supervisione del suo proprietario per evitare che scappi via perché il suo sangue "selvaggio" lo spinge ad estendere il suo territorio sempre più lontano.

Il Bengala non è feroce, è anche socievole e va d'accordo con altri animali domestici. D'altra parte, la convivenza può rivelarsi difficile con altri gatti: ha un carattere forte e determinato, con una tendenza dominante, e non esita a mostrarlo ai suoi congeneri. Con il suo maestro, è di temperamento esclusivo, ma la sua socievolezza gli rende piacevole vivere con la sua famiglia. Da notare però: è un grande miouleur!

Come prendersi cura del tuo gatto Bengala?

Il Bengala è molto giocatore e ama spendere se stesso; i piccoli appartamenti non sono fatti apposta per lui, a meno che non gli diano tempo e offra giocattoli, alberi di gatto e perché no strutture sospese dove può arrampicarsi e saltare da una piattaforma all'altra. Molto curioso, gli piace osservare i fatti e i gesti dei suoi maestri e partecipare alla vita della famiglia.

La sua intelligenza ti sorprenderà: non è raro che impari ad aprire porte e persino rubinetti! In effetti, è un gatto che è attratto dall'acqua e che sarà in grado di trovarlo nel bagno... Manutenzione laterale, deve essere data una cura regolare a lui in modo che non si indebolisca alle malattie. Sono necessari un regolare spazzolamento e una dimensione di artiglio almeno una volta al mese. Ma prima di tutto, dovremo offrirgli un'alimentazione adeguata e di qualità.

Il Bengala in giardino

Dieta del gatto del Bengala

Il gatto del Bengala ha uno stomaco fragile e ha esigenze energetiche e caloriche specifiche: non si può fare a meno di dargli delle crocchette appositamente progettate per la razza.I marchi più importanti li offrono, ed è anche possibile ordinarli via Internet su siti specializzati. È necessario un programma di alimentazione regolare, una volta al giorno alla stessa ora, e deve avere accesso all'acqua dolce a volontà.

Siamo in grado di offrire lo tratta di aspettare quel giorno, nel migliore dei casi presentato come un gioco per unire l'utile al dilettevole: i distributori di divertimento sono disponibili in commercio, è un tale palla che il gatto deve rotolare per far cadere le crocchette contenute all'interno. Quindi, non si annoierà e non penserà di reclamare!

Salute e patologie del Bengala

La razza del Bengala è purtroppo soggetta a certi disturbi genetici, come la displasia dei fianchi o le malattie del sistema nervoso. Nonostante queste malattie ereditarie in sfortuna, il Bengala è buona costituzione e dei problemi che possono apparire nei primi mesi di vita, spesso regrediscono da soli senza lasciare traccia in età adulta (sindrome di tremore gattino per esempio).

Per evitare qualsiasi rischio di infezione, controlliamo regolarmente gli artigli di condizione e le orecchie e alleviare l'angolo degli occhi dei loro impurità con un batuffolo di cotone pulito per ogni occhio. Se le orecchie sono cerose, possono essere pulite con un batuffolo di cotone impregnato di acqua tiepida e un po 'di aceto. Una buona igiene dentale (spazzolatura settimanale) è necessaria per prevenire gengiviti e carie.

Prezzo di un gattino Bengala

Il prezzo di un cucciolo del Bengala dipende dal sesso, dal pedigree dei genitori, dalla conformità agli standard della razza, ecc.

  • Prezzo di un maschio del Bengala: da 400 a 2500 €
  • Prezzo di una femmina del Bengala: da 500 a 2500 €
Loading...

Video: Cucciolo Di Tigre In Casa Vs Piccolo chiwawa Bianco Immaginate un Po???.

Loading...

Condividi Con I Tuoi Amici