Bruchi Processionali: Come Eliminarli?

Loading...

Loading...

Bruchi processionali di pino, molto urtiquantes

il bruco processionaria del pino (Thaumetopoea pityocampa) è la larva di una farfalla. I bozzoli di bruchi sono creati nella parte superiore della pineta prima di svuotarsi in lunghe processioni di bruchi pungenti. Non sono solo dannosi per i pini che indeboliscono, ma anche pericolosi per l'uomo e gli animali a causa delle reazioni allergiche che possono causare. Quindi, scopriamo questo bruco processionaria e vediamo come liberarcene in sicurezza.

Il ciclo vitale del bruco processionario

In estate, le larve si trasformano in farfalle grigie. Poseranno le loro uova su rami di pino e abete in grandi quantità (da 150 a 200). Circa un mese e mezzo dopo, le uova si schiudono dando larve che sono questi famosi bruchi. Si muteranno e cresceranno più o meno a seconda del tempo: più caldo è, più velocemente si evolveranno. In ogni caso, tesseranno questi famosi bozzoli-nidi in fili di seta. Se passano da un nido all'altro o quando lasciano il loro nido, lo fanno in processione, come se fossero magnetizzati uno dietro l'altro.

In primavera, lasciano il nido e si rifugiano nella terra dove rimangono fino all'estate, quando diventano farfalle, volano, si accoppiano e il ciclo ricomincia.

Il danno causato dai processionari bruchi

Se noti una defogliazione di alberi con questi grandi nidi in filo di seta, è certo che i processionari hanno scelto di fermarsi tra i rami degli alberi, o più precisamente le tue conifere. I più colpiti sono il pino cembro, il pino marittimo, il pino silvestre, il pino d'Aleppo, ma anche i cedri ne sono colpiti.

Mordicchiano gli aghi di pino, che gradualmente indeboliscono l'albero, e di conseguenza rendono più fragile attaccare altri parassiti.

Tu, come giardiniere o camminatore, sii vigile vicino a questi bozzoli bianchi perché i peli dei bruchi sono particolarmente pungenti a causa del loro contenuto taumetopoinico: questo è valido, ovviamente, se li tocchi ma anche se sei vicino a loro perché può rilasciarli in caso di minaccia, vengono trasportati dal vento e possono raggiungerti. Il rischio è lo stesso per i tuoi animali domestici.

Possono apparire macchie rosse sul viso, braccia, gambe o qualsiasi altra parte del corpo, ma possono verificarsi anche problemi respiratori più gravi e la visione; il peggiore è, in alcuni casi estremi, riportare angioedema o shock anafilattico.

Quali trattamenti contro bruchi processionali?

Diversi interventi sono possibili a seconda dello stato di maturità delle larve, del numero di bozzoli e della stagione.

Lotta contro bruchi processionali

In termini di prevenzione, gli studi dimostrano che la cincia sarà un ottimo predatore dei bruchi processionali: prova a mettere i nidi attorno ai pini che possono essere colpiti. Anche i pipistrelli svolgeranno un ruolo simile, quindi promuovono la loro presenza.

Se hai spazio nel tuo spazio boscoso, la betulla agisce come una sorta di repellente a questi bruchi: pianta uno vicino ai pini.

Se i bozzoli sono installati, dovrai agire diversamente: distruggerli, trattarli o intrappolarli.

Se ce ne sono solo alcuni facilmente accessibili (possibilmente con una scala) staccare i nidi e bruciarli. Abbi cura di proteggere il tuo corpo, viso e mani.

Se c'è troppo da fare, rivolgiti al controllo biologico usando un trattamento naturale che troverai nei centri di giardinaggio: il bacillus della Turingia o la Bactosein (Bacillus thuringiensis). Spruzzandolo sull'albero, le larve che ingeriscono queste tossine moriranno. Attenti alla data di scadenza del prodotto che non tenga a lungo!

Anche le trappole possono funzionare: appendi queste esche a base di feromoni sugli alberi in modo che attirino i maschi che rimangono bloccati.

Non gridare la vittoria troppo in fretta perché se hai annientato tutti i bozzoli del tuo giardino, sappi che le farfalle viaggiano e che possono tornare l'anno successivo il reinfest da una parte e che, dall'altra parte, le larve in terra può lasciare la prossima estate o aspettare il prossimo...

Loading...

Video: .

Loading...

Condividi Con I Tuoi Amici