Chrysalidocarpus: Consigli Per La Cura

Loading...

Loading...

1282744283chrysalicarpus

il Chrysalidocarpus è una pianta molto carina. Come e quando rinvasare, quali irrigazioni e quali malattie?

Ecco alcune domande da porsi quando sei fortunato ad avere un bellissimo Chrysalidocarpus.

Chrysalidocarpus: consigli per la cura: cura

In breve, cosa devi sapere:

Nome: Chrysalidocarpus lutescens
famiglia: Palmaceae
tipo: Palma, pianta della casa

altezza
: Da 1,5 a 2,5 m all'interno
esposizione: Molto luminoso
terra: Suolo
fogliame: Persistente

Trova tutti i nostri consigli di manutenzione per un Chrysalidocarpus:

Piantatura e invasatura di Chrysalidocarpus:

Chrysalidocarpus en interno, vaso o vassoio:

Il Chrysalidocarpus afferma a buon terreno di coltura che potresti mescolare con 1/3 di compost se ne hai.
Al fine di facilitare il drenaggioposizionare sul fondo della pentola un letto di ghiaia, ciottoli o sfere di argilla.

Questa operazione impedisce alle radici di essere immerse nell'acqua, il che potrebbe essere fatale.

  • Installa il tuo areca così in una pentola di buone dimensioni riempita con piante d'appartamento speciale terriccio o pianta verde.
  • Anche se è necessario rinvasare in primavera ogni 2 o 3 anni, a parte questo, preferisco un affioramento regolare che soddisferà perfettamente il bisogno della pianta a sostegno della cultura.

Chrysalidocarpus all'aperto :

In generale, Chrysalidocarpus no non tollerare il freddo e non può essere piantato nel terreno solo quando il clima è mite in inverno.

Per quanto riguarda la semina, non esitate a mettere un letto di ghiaia, ciottoli o sfere di argilla per facilitare il drenaggio.
Lo pianterai quindi in una miscela di terriccio, terra del giardino e sabbia.

Installa Chrysalidocarpus nel posto giusto:

Nei nostri climi, il Chrysalidocarpus si adatta dentro delle nostre case e dei nostri appartamenti.
Si sviluppa bene quando le temperature sono intorno ai 18-22° C e richiede ottima luce e anche un sole leggero.

  • Dietro una finestra, è meglio evitare troppa esposizione al sole che potrebbe asciugarlo.

Quindi preferisci la vicinanza di una finestra rivolta a ovest per bagnare la massima luminosità.

Se vivi in ​​a luogo piuttosto buio, evitare di comprare un Chrysalidocarpus perché non dovrebbe sopportare la mancanza di luce.

Irrigazione Chrysalidocarpus:

Per tutto l'anno è importante acqua regolarmente nebulizzata sul fogliame ricreare le condizioni del suo ambiente naturale che è piuttosto umido. Soprattutto in inverno perché il riscaldamento tende ad asciugare l'aria delle case.

In primavera e in estate:

Questo è di solito il periodo di crescita di Chrysalidocarpus.
Annaffiare regolarmente lasciando asciugare il terreno sulla superficie tra 2 annaffiature.

L'irrigazione deve essere regolare ma misurata in modo da non asfissiare le radici della pianta.
Si può dire che l'irrigazione ogni 2 o 3 giorni è spesso necessaria.

Ogni 15 giorni, puoi portargliene un po 'fertilizzante liquido, avendo cura di inumidire bene il terreno prima.

In autunno e in inverno:

Dobbiamo iniziare ridurre delicatamente l'irrigazione perché il Chrysalidocarpus ha esigenze più limitate.
Non appena il terreno si asciuga di alcuni centimetri, innaffia in modo da inumidire il terreno.

Si può dire che 2-3 irrigazioni al mese dovrebbero essere sufficienti.
Ma dipende anche dalla posizione del tuo Chrysalidocarpus, se è in pieno sole, i suoi bisogni potrebbero essere più importanti.

Infine, è necessario interrompere qualsiasi fertilizzante da ottobre a marzo-aprile.

Per conoscere il Chrysalidocarpus:

Il Chrysalidocarpus è una palma molto bella che si adatta molto bene al cultura interna, appartamento o casa.

Allo stesso tempo estetico, resistente e molto facile da coltivareè una delle piante da interno più popolari e più vendute.

Suo il fogliame è elegante e dà un tocco di esotismo al tuo salotto, al tuo soggiorno o in qualsiasi altra stanza della casa ben illuminata.

Malattie e parassiti di Chrysalidocarpus:

Foglie deformate di Chrysalidocarpus:

Questa è indubbiamente una mancanza di luce o un eccesso di acqua.

  • Trova una posizione più luminosa e riduci l'irrigazione seguendo i nostri suggerimenti sopra.

Le foglie di Chrysalidocarpus giallo:

Se la pianta continua a produrre nuove foglie, è l'evoluzione naturale. Gli alberi, anche quando sono persistenti, perdono le foglie per rinnovarli.

  • Quindi puoi lasciarli asciugare sul tuo Chrysalidocarpus per poi cadere o tagliarli mentre vai.
  • Se non appare alcuna nuova crescita e il tuo palmo appare grigio, fai attenzione alle annaffiature e al drenaggio e alla fine porta alla pianta un fertilizzante liquido ogni 15 giorni.

Per leggere anche:

  • Sapevi che le piante puliscono l'aria dei nostri interni

zp8497586rq

Loading...

Video: coltivare l'areca.

Loading...

Condividi Con I Tuoi Amici