Desmodium: Proprietà, Benefici, Virtù E Benefici Per La Salute

Loading...

Loading...

desmodium (Desmodium adscendens)

Il desmodium non è una pianta che pianti nel tuo giardino o che adornerà la tua terrazza. Tuttavia, questa pianta della famiglia delle Fabaceae è di crescente interesse a causa delle sue benefiche proprietà medicinali in caso di disturbi epatici. Fu il Dr. Pierre Tubéry a introdurlo in Francia negli anni '70.

Desmodio, protettore del fegato

Il desmodium (Desmodium adscendens) cresce solo nelle zone umide equatoriali dell'America del Sud e dell'Africa occidentale (Ghana, Costa d'Avorio, Senegal, Togo, Benin...). Questa pianta erbacea perenne ha gambi striscianti che possono anche aggrapparsi ai tronchi degli alberi vicini come il cacao o le palme, ma non supera i 50 cm. Le sue foglie trifogliate assomigliano un po 'al trifoglio ma sono un po' pelose. Indossa inizialmente fiori viola e poi baccelli contenenti frutti.

Le virtù medicinali di desmodium

Desmodium non è registrato nella farmacopea francese e ANSES (Agenzia nazionale per la sicurezza alimentare) ha pubblicato un parere di farmacovigilanza nonostante le sue proprietà epatoprotettive e immunostimolatorie.

Desmodium protegge il fegato, specialmente se soffri di epatite o disfunzioni virali correlate agli effetti collaterali della chemioterapia, per esempio. Viene anche usato frequentemente per una cura "disintossicante" dopo l'abuso di alcol e cibo.

In Africa, è stato anche usato per molto tempo come trattamento sintomatico dell'asma. Agendo sulla contrazione dei muscoli respiratori, ha anche effetti anti-allergici poiché gli allergeni possono essere all'origine di questi geni del tratto respiratorio.

Inoltre è usato contro i disturbi di stomaco, costipazione e ginecologici (leucorrea, gonorrea...).

Acquisterete desmodium in una farmacia. Gli steli e le foglie di desmodium sono usati in diversi modi:

  • in infusione o decotto: circa 10 g di desmodium / 1 litro per 15 minuti (massimo 3 tazze / giorno)
  • in capsule, estratti fluidi, secondo le indicazioni del farmacista, ma spesso in cura da diverse settimane.

(Foto di Forest e Kim Starr - Creative Commons CC BY 2.0)

L'uso delle piante per guarire deve essere fatto chiedendo a un medico, un farmacista o un erborista. Le donne incinte, le persone con malattie croniche e gravi o l'assunzione di farmaci dovrebbero consultare un medico prima che l'automedicazione possa portare a effetti avversi, comprese le interazioni farmacologiche.

Loading...

Video: La pianta che combatte il cancro e di cui nessuno parla..

Loading...

Condividi Con I Tuoi Amici