Il Ghiro, Un Roditore Che Si Deposita Sui Tetti

Loading...

Loading...

Il ghiro (Glis glis)

Il ghiro (Glis Glis) √® il pi√Ļ grande roditore della famiglia Gliridae accanto a l√©rot e alla muscardina. Chiamato ghiro grigio, ghiro comune o ghiro, questo piccolo mammifero √® prevalentemente notturno quando non √® in letargo... a volte nella soffitta delle nostre case!

Il ghiro: carta d'identità

Il Loir misura da 15 a 20 cm a cui va aggiunta una coda folta da 10 a 18 cm per un peso che varia da 80 a 200 grammi. Indossa un cappotto grigio che può tirare marrone o rosso sui lati, mentre le sue guance e il ventre sono bianchi. I suoi occhi sono bordati di capelli neri che li fanno risaltare. La sua testa leggermente allungata è sormontata da piccole orecchie rotonde e il suo muso ha baffi (baffi) che gli permettono di individuare ostacoli di notte. La parte inferiore delle sue gambe secerne una sostanza appiccicosa che consente di avere un gancio per i suoi movimenti verticali che sono la maggioranza in quanto non si muove a terra, ma è un eccellente arrampicatore e saltatore, molto agile. Si stima che l'aspettativa di vita sia tra 7 e 9 anni.

Il ghiro sbatte i denti estremamente velocemente quando vuole spaventare un predatore, ma può anche emettere un affanno acuto e grida stridule per avvertire gli altri di un pericolo nelle vicinanze. Con una sorta di autotomia, la punta della coda può staccarsi per sfuggire a un predatore che cerca di catturarlo. Altrimenti, fa rumore tra grugnire e russare.

ghiro in letargo

Come il muscardin, il ghiro si concentra in autunno prima di andare in letargo per tutto l'inverno, da ottobre ad aprile, nei nidi di ibernazione che crea sul terreno tra i 15 ei 60 cm di profondità. Dato che il suo letargo è molto lungo, gli dobbiamo l'espressione "dormi come un ghiro"!

Al di fuori del periodo di ibernazione, il ghiro vive in un nido che ha costruito in altezza spesso al livello di una capanna di un albero, in un buco di un albero, o in un buco nel muro, o in una tana poco profonda. Il suo nido è costruito fuori dal letargo con muschio, rami, erba e foglie secche perché l'interno sia accogliente. Esce dal suo nido al crepuscolo, per la notte, durante il quale va a cercare qualcosa da mangiare.

Il ghiro vive principalmente in foreste decidue (faggi, querce...) ma si trova anche in parchi, frutteti, cespugli, siepi di cedui, bordi di legno e giardini, per non parlare di abitazioni. √ą un animale piuttosto sedentario con una gamma di movimenti che va dai 3 ai 4 ha e vive con la sua famiglia. Contando solo poche persone.

La riproduzione del ghiro

La riproduzione si svolge da giugno ad agosto, seguita da una gestazione di un mese dopo la quale la nascita dell'unica cucciolata dell'anno darà luogo a 2-9 giovani, che saranno glabri e ciechi. La femmina li allatta per sette settimane. Raggiungeranno la maturità sessuale intorno ai 10 mesi.

Il cibo del ghiro

Il ghiro (Glis glis), rampicante agile

Il ghiro è uno degli animali onnivori. La sua dieta consiste di semi e frutta secca, in via prioritaria, ma non lascerà i frutti del tuo frutteto, qualunque essi siano: prugne, mirabelle, mele, pere, more, fichi... Si sgranocchia i germogli, giovani germogli e fiori, si nutre anche di funghi e corteccia. Oltre a questo menu vegetariano, il ghiro mangia anche insetti, ceppi, lumache e persino pulcini caduti dal nido.

Il ghiro, una specie non minacciata

I predatori del ghiro sono rapaci notturni (gufo comune, allocco), martora, gatto selvatico e martora. Non è una specie minacciata, e quindi la specie non è protetta dai regolamenti, fatta eccezione per l'inclusione nell'appendice III della Convenzione di Berna, il che significa che ogni sfruttamento è regolato in modo tale da mantenere la specie. esistenza di popolazioni fuori pericolo

In Francia, dove si trova in tutto il territorio ad eccezione del nord e di buona parte dell'arco atlantico, il ghiro è particolarmente inquietante quando prende dimora nell'attico delle case: fa un rumore molto forte di russare che ricorda quello di un calabrone.

Non cercare di avvelenarli, puoi uccidere i tuoi animali domestici, ma anche altri piccoli animali come i topi che possono essere catturati dal tuo gatto che lo farà anche avvelenare. Usa trappole a doppia entrata che ti permettono di catturare il ghiro senza ucciderlo, in modo da poterlo liberare in un bosco intorno alla tua casa. Pigeon loro solo con il bel tempo, quando sono fuori dal letargo, altrimenti sarebbero totalmente disorientati nella natura in inverno.

Loading...

Video: .

Loading...

Condividi Con I Tuoi Amici