Un Giardino Di Narcisi Nei Vosgi

Loading...

Loading...

Giardino di Berchigranges

Cresciuto tra i giardini più belli di Francia, Berchigranges rimane il luogo intimo di una coppia, Monique e Thierry, che ha costruito e organizzato la sua vita attorno a questo lavoro. Un'opera che gli consente di esprimere la sua passione per il giardinaggio, la sua creatività e il suo amore per le piante.

Monique e Thierry dal giardino di Berchigranges

Nel 1978, Thierry Dronet acquisisce primo pacco in una terra devastata dalla estrazione di granito e abeti rossi piantati a fermare lo sfruttamento della pietra nel 1960. Il suo scopo è quindi di rendere il campo natura, che significa eliminare migliaia di conifere e rimodellare la terra. Nel 1994 Monique "sale" da Saint-Dié con il suo vivaio perenne già molto conosciuto. Ha modellato in Inghilterra negli orti che si fondono il suolo di impianti per fantasie orticole della stessa specie (selezioni bianchi o scremato, oro o foglie viola, fiori doppi dicendo 'Florepleno...). Questo la portò a cercare i gioielli dell'orticoltura della Lorena, che minacciarono di scomparire nel giro di pochi anni. Primule, papaveri, gerani perenni, aquilegie sono diventati i suoi "preferiti" con piantaggine, crocifere, felci...

Percorso in legno nel giardino di Berchigranges

Due, Monique e Thierry si imbarcherà su una creazione titanica ed eseguire una serie di scene, eclettici e complementari ad entrambi, che sono parte del paesaggio montuoso con una sobria sorprendente data la densità delle piantagioni. Per 15 anni, migliaia di piante diverse sono state installate a chiave tattile o impilate su giardini rocciosi, muri bassi o semplicemente sepolti sottoterra quando erano lampadine. Eppure non vedrai mai oltre una cattiva radice, che permetti di immaginare tutto il lavoro che rappresenta un simile giardino!

I narcisisti aprono la palla

Giardino di Berchigranges

Nei Vosgi, l'inverno è nevoso, freddo e lungo! Così, quando Narciso (Narcissus pseudonarcissus) - 'Perla del Vosges'- fa di nuovo la sua comparsa, è magia e così gioiosa che Gerardmer (città vicina) è celebrato con sfilate di carri allegorici, perline e fiori altri ornamenti floreali che gli abitanti fanno con la raccolta dei prati. Questo evento si svolge ogni due anni.

Narciso 'Johann Strauss'


'Johann Strauss' di Narciso.

A Berchigranges, la festa è più sobria, ma non meno brillante. Dura quasi due mesi all'anno e mostra centinaia di varietà diverse, ciascuna rappresentata da 10, 20, 50 soggetti... e persino 1000 nei prati sottostanti, dove il giardino formale cede dolcemente ad un paesaggio più naturale "Per promuovere la naturalizzazione, ho usato solo sei varietà vicine alle specie botaniche", dice Thierry. Nel frattempo non meno di 50.000 capi gialli e bianchi sono a vostra disposizione nelle brunneras vegetazione emergenti, euforbia, Epimediums, peonie, gerani... i cui colori cambiano con i giorni! La loro sfilata segue ruscelli e colate di pietre in questo giardino collinare, raccogliendosi in luoghi attorno a una panchina o una terrazza di pontoni. Se i loro steli tremano nel vento, è raro che si rompano quando le raffiche minacciano. Anche le trombe resistono, più allegre che colpite dalle docce. Da buon alpinista, il narciso teme il sole più della fresca primavera dei Vosgi, che lo ha predestinato ad unirsi alle collezioni del giardino. In questa terra già densamente popolata, si è sistemato, vivendo il suo ciclo vegetativo senza disturbare.

Il ponte del giardino di Berchigranges

Varie atmosfere

Dai ruscelli che si snodano su sentieri di legno, le scene piene di freschezza proteggono le più maestose forme di narcisi e di narcisi. Le combinazioni sono praticamente infinite lavorato per sfumature di colori vivaci ( 'Ambergate', 'Mondragon', 'coraggio'...), corone Rosy ( 'Romance', 'Salome', 'Passionale'), piccoli doppia corolla ('Rip Van Ripple', 'Van sion...). Si toccano le spalle Trillium, incluso il raro T.grandiflorum 'Flore pleno', presto sostituito da candelabri primule, lisimaco, meconopsis... Le perenni che verranno presto annunciate travolgeranno le foglie dei bulbi che saranno dimenticati alla fine della fioritura.

Al centro del campo, la grande roccia sposa il rilievo nel pendio che risale leggermente bordato da blocchi di pietre sapientemente disposti. Dalla primavera, i recessi e i pavimenti di questo ambiente ultra-drenato, offrono un rifugio ideale per le miniature più belle i cui profumi meritano di essere immersi in esso, anche se non li notiamo subito: questi sono i puschkinias, erythroniums, scilles, muscaris, narcis (N. ciclamino e il piccolissimo N. rupicola il cui fiore è appena più largo di un marmo).

Prime fronde di felci

Più ci allontaniamo dall'ingresso, più le fantasie dei proprietari, che hanno battezzato le loro creazioni con nomi inaspettati, come tante illustrazioni della loro immaginazione: il "Giant's Causeway" dà una visione completa della pianta e ci permette di osservalo da vicino, visto dall'alto e... dal basso. Posiziona il naso sulle teste di narcisi, è un vero piacere! Il "flipper garden" ti spinge nei suoi labirinti che richiedono non meno di cinque taglie annuali! Mentre il "Thymes Salon" è di nuovo allineato con cuscini profumati dopo l'inverno, il "Jardin Garlic et ouille" che mescola piante speziate e alliumi è già tornato ai suoi colori grigi e viola. Anche sotto la neve, non aveva mai perso la sua forma. Tutte queste atmosfere che flirtano con Land Art, divertono e sfidano. I loro creatori finiranno un giorno a corto di idee? Uno può dubitare alla vista delle macchine che circolano nei vicoli per rimodellare, scavare, modificare e creare ancora e ancora...

Idee da seguire

Tappeto erboso e bordo impeccabile

Erba e confine impeccabile nel giardino di Berchigranges

Il campo di Berchigranges è riuscito a fare in modo che un inglese volesse una macchina. È sicuramente perfetto ai bordi. Questi si formavano nella mezzaluna, ben dietro l'aiuola, su uno spessore confortevole (10-15 cm). Per tenerli nitidi, molti giardinieri rifanno un taglio ogni anno sacrificando una piccola striscia di erba che allarga gradualmente l'aiuola. Qui, è preferibile raddrizzare il bordo con la mazza. Questo facilita il taglio delle forbici sulla cresta, eseguita ogni 3 o 4 volte, ogni 15 giorni.

Una montagna di legno

Montagna di legno nel giardino di Berchigranges

The Giant's Causeway è difficile da imitare nel suo gigantismo e nella sua complessità; le sue pareti basse in pali di acacia sono comunque realizzabili con la forza fisica. Sono un buon modo per sostenere argini o creare rilievi. Sotto la fila di pile, una prima serie di fori viene scavata nella barra; poi le pile tozze alla base sono guidate 30-40 cm nel terreno. Una tasca di terra è fatta nella parte posteriore, prima di montare una seconda fila più alta, e così via fino all'effetto desiderato.

PUNTI DI RIFERIMENTO
zona:
diversi ettari, giardini paesaggistici il cui numero aumenta di anno in anno.
Luogo: Regione di Gérardmer nei Vosgi, a 700 m sul livello del mare
Clima di montagna: inverni molto lunghi, con frequenti nevicate e gel da -15° C a -20° C molto comuni. La bella stagione è più breve del normale, ma le fioriture sono continue, perché l'acqua non manca e le notti rimangono fresche, anche se l'estate è molto calda.
esposizione: pendio rivolto a sud-est. L'ambiente forestale ha da tempo dato forti sfumature che sono diminuite con le tempeste e l'abbattimento di molte conifere.
Sol: acido sul letto granitico con molti affioramenti rocciosi; il suolo è stato modificato da numerosi contributi; alcune aree sono ph neutre. Molte sorgenti e torrenti ora sotto controllo per creare zone umide e secche.
Età: 30 anni dalla prima compensazione, 15 anni nella sua forma attuale
manutenzione: più del lavoro a tempo pieno per Thierry e Monique Dronet, con Mathieu, giardiniere a tempo pieno, Fanny per asilo nido e casa, e tirocinanti occasionali, in particolare studenti di una scuola di orticoltura a Berlino.

Loading...

Video: .

Loading...

Condividi Con I Tuoi Amici