Come Prendersi Cura Del Tuo Vecchio Gatto?

Loading...

Loading...

Quando si invecchia, il gatto diventa meno attivo e trascorre più tempo a dormire. Tuttavia, assicurarsi di avere un'attività fisica e mentale regolare, soprattutto attraverso il gioco, è essenziale per tenerlo in forma.

È inoltre necessario aumentare il monitoraggio dello stato di salute, nonché la frequenza delle cure igieniche e dello spazzolamento, perché accade che i vecchi gatti non riescano a rendere meno bene il loro bagno. Ecco i nostri consigli per prendersi cura del tuo gatto più vecchio e dei punti da tenere d'occhio.

Come prendersi cura del tuo vecchio gatto?

A che età è un gatto "senior"?

Un gatto è considerato di età compresa tra 7 o 8 anni; non fatevi prendere dal panico, tuttavia, può ancora vivere lunghi e bellissimi anni! Con una buona cura veterinaria e uno stile di vita sano, un gatto può vivere più di 15 anni senza grandi preoccupazioni. Tuttavia, i gatti anziani sono più esposti a malattie renali, ipertiroidismo, diabete... Questo è il motivo per cui il ruolo del veterinario è essenziale, come il tuo perché semplici gesti e riflessi possono aiutarti ad accompagnare il tuo compagno nel vecchiaia.

Presta particolare attenzione alla tua salute, al tuo morale e a qualsiasi comportamento insolito che possa essere un segno di un disturbo fisico o mentale: senilità, disorientamento, ecc. Aumentare la sorveglianza dall'età di 11 anni, l'età cruciale in cui il gatto inizia ad invecchiare (chiamato soglia di senescenza), con potenziali conseguenze sulla sua forma e abilità.

I segni dell'invecchiamento nei gatti

Alcuni segni non ingannano: senza doverti allarmare, sono la prova che il tuo gatto sta entrando nella vecchiaia. Il primo indizio è di solito un cappotto più secco e opaco, e talvolta una perdita di capelli. Un pelo sporco in alcuni punti mostra che il gatto fa il suo bagno in un modo più sintetico, per mancanza di flessibilità o demotivazione. È qui che la spazzolatura e l'igiene quotidiana prendono la loro importanza: pulire occhi e orecchie, ecc.

La perdita di peso può rivelare un indebolimento del sistema digestivo, sete intensa e disidratazione e l'alitosi può essere un sintomo di problemi dentali o digestivi. Succede che il vecchio gatto perde appetito, perché sente meno bene gli odori o, ha difficoltà a masticare: è possibile incoraggiarlo a mangiare riscaldando un po 'di cibo o sostituendo le crocchette dal cibo umido

Sii sensibile a tutti questi piccoli dettagli che, messi end-to-end, possono ostacolare il tuo animale e privarlo del suo andare. Anche gli arti dritti e l'osteoartrosi possono svilupparsi, quindi fai attenzione con i suoi movimenti per rilevare le difficoltà a muoversi: movimenti più lenti e meno agili, salti più rari o inerzia dovuti a dolori articolari.

I bisogni del vecchio gatto

Il vecchio gatto ha bisogno di una routine, fondamentale per il mantenimento della sua salute fisica e morale. Un ritmo regolare di vita può ridurre lo stress fornendo un ambiente rassicurante. Quindi, dai pasti a orari prestabiliti e dedica almeno 15 a 20 minuti di gioco ogni giorno.

Pianificare una sessione di toelettatura settimanale per stimolare la circolazione sanguigna e massaggiare le articolazioni. Inoltre, questi momenti condivisi con te sono molto utili per il morale del tuo vecchio gatto. Un altro aspetto importante è il layout della tua casa per stimolare o facilitare il suo movimento: se il tuo gatto inizia ad invecchiare, l'installazione di piattaforme di gioco, ciotole alte, giocattoli appesi può tenerla attiva fisicamente. Al contrario, se raggiunge la fine della vita, considera la possibilità di accedere più facilmente a cibo e rifiuti.

Passare a un cestino più ampio con bordi inferiori se necessario, e prendere in considerazione l'utilizzo di una lettiera in casa se è stato utilizzato per l'esterno. Installa un cesto comodo e di facile accesso, vicino a una stufa, ed evita le fonti di stress: rumore, agitazione, cambiamenti improvvisi, feste...

Monitora la salute del tuo gatto anziano

Innanzitutto, è consigliabile aumentare le visite di controllo al veterinario al ritmo di due volte l'anno. In queste occasioni, ricorda di informare il tuo praticante di eventuali cambiamenti comportamentali come perdita di appetito o aumento della sete, difficoltà nel mangiare, un atteggiamento depresso o prostrato, palle che avresti notato sotto la sua pelle... questi segni possono avvisare l'insorgere di malattie più o meno gravi, problemi ai reni, tumori, ecc. Il veterinario sarà quindi in grado di eseguire una diagnosi precoce, che è la chiave per prevenire e trattare al più presto i problemi che potrebbero interessare un gatto più anziano.

A casa, assicuratevi di osservare da vicino gli occhi, le orecchie, i capelli e la pelle del vostro animale domestico per assicurarsi che non siano anormali. Un follow-up settimanale rileverà qualsiasi anomalia per informare il veterinario.Vigilare con particolare attenzione alla comparsa di parassiti interni (vermi) ed esterni (pulci, zecche): questi possono essere responsabili di gravi malattie a volte nel vecchio gatto. Infine, l'ispezione della bocca e dei denti è un altro punto chiave per la formazione della placca può portare a complicanze quali gengiviti e richiedono il ridimensionamento.

La dieta del gatto anziano

È importante verificare che il tuo vecchio gatto beva e nutre a sufficienza. La dieta deve essere adeguatamente selezionata e adattata alle sue esigenze: infatti, i gatti più anziani sono meno attivi e il loro metabolismo più lento. Il loro fabbisogno energetico è quindi inferiore a quello di un gatto di mezza età. Al fine di evitare il rischio di obesità, è consigliabile passare agli alimenti per gatti anziani e sceglierli in base al loro livello di attività fisica. Chiedi al tuo veterinario un consiglio sulla giusta linea di prodotti ed evita cibi industriali, che sono spesso troppo grassi e ricchi di cereali.

È inoltre consigliabile arricchire la dieta con un supplemento di acidi grassi polinsaturi (Omega 3 e 6). Questi acidi grassi essenziali sono importanti per la salute della pelle e dei capelli e aiutano a prevenire determinate condizioni infiammatorie come l'osteoartrite. Sono anche utili contro l'insufficienza renale, problemi cardiaci e lo sviluppo di tumori cancerosi. A tale scopo, possiamo fornire integratori alimentari in capsule o addirittura olio di pesce: salmone, sardina, sgombro, olio di fegato di merluzzo in piccole quantità.

Loading...

Video: Prendersi cura di un gatto – 7 SBAGLI che commette chi ha un gatto.

Loading...

Condividi Con I Tuoi Amici