Un Giardino Giapponese Contemporaneo Nel Cuore Di Londra

Loading...

Loading...

Ispirato all'architettura ancestrale di Kyoto, i giardini di Takeshi Nagasaki vanno all'economia: contro ciò che i giapponesi chiamano Mottainairifiuti, evitano qualsiasi dispendio di energia e materiale non necessario, con una vegetazione piuttosto spontanea.

In Giappone, i piccoli giardini sul retro si chiamano tsubo-niwa: sentori di vegetazione, che le metropoli del Sol Levante sono nascoste oggi nella cavità del loro tessuto urbano stretto, ma che fanno parte di una tradizione ancestrale... l'artista paesaggista Takeshi Nagasaki la reinterpreta in tutto il mondo, ad esempio a Londra. Non lontano da Regent's Park, una famiglia della Giordania ha visto il suo cortile completamente trasformato. Da uno spazio vuoto, pochissima vegetazione, Takeshi Nagasaki conduce a questo rigoglioso giardino, al riparo dai rumori della città, e dove le chiome ammorbidiscono le linee degli edifici moderni.

Prima, un cortile ombreggiato e vuoto; dopo, una vegetazione lussureggiante.

Elevare la vegetazione

Alzati, le piante erano disposte in un tavolo sul retro del cortile.

Per i giapponesi, i giardini funzionano come quadri verdi, per sedersi seduti dalla stanza tatami del salotto: qui il giardino è stato rialzato rispetto al pavimento in legno. Un'elevazione che valorizza le piante, come posizionate su un piedistallo, soprattutto perché le sagome degli edifici vicini oscurano il layout. "L'ambiente non migliora, ma le piante ottengono più luce", afferma Takeshi Nagasaki.

Scommetti sull'effetto "jungle"

Nascosti nella vegetazione, i gradini giapponesi corrono dall'ingresso del giardino a una lente luminosa che qui interpreta il ruolo di lanterna, come la tradizione del Giappone.

Minuscolo - appena 42 m2 - questo piccolo giardino costringe lo sguardo, la proliferazione della vegetazione che induce una profondità, e quindi una sensazione di spazio e respiro. "Quando guardi questo spazio, la sua scala si espande, lo spazio sembra espandersi." I proprietari, originari della Giordania, avevano anche spiegato a Takeshi Nagasaki di vivere in Gran Bretagna dove l'acqua era abbondante, i loro paesi costantemente minacciato dalla desertificazione. Il paesaggio ha quindi favorito un ambiente lussureggiante, dominato dalle palme di una Trachycarpus, il cui fogliame, persistente, vegeta il luogo, anche in inverno.

Installa una fonte di luce naturale

La forma di una foglia di palma, presa sotto una lente d'ingrandimento, illumina il giardino di notte.

Per tradizione, una lanterna si trova in ogni tsubo-niwa. Qui, una foglia di palma ricoperta di vetro è il cuore del giardino. "L'arte e gli oggetti sono raramente presenti nel mio lavoro, preferisco le cose morbide e ambigue, che permeano l'atmosfera in un modo quasi invisibile." Qui il vetro brilla nel giardino mentre, al contrario, una tavolozza pianta con accenti asiatici abbonda in questo ambiente ombroso, tra acero giapponese 'Phoenix', Pieris 'Forest Flame' o Camellia japonica 'Lady Vansittart'...

Loading...

Video: You Will Never Look at Your Life in the Same Way Again | Eye-Opening Speech!.

Loading...

Condividi Con I Tuoi Amici