Succo Di Noni: Benefici Per La Salute E Risorse

Loading...

Loading...

succo di noni

Il succo di Noni deriva dalla polpa del frutto del cane nono o mela prodotto da un albero tropicale, Morinda citrifolia, dalla famiglia delle Rubiacee, che cresce principalmente in India, Australia o Tahiti. I frutti sono utilizzati nella medicina ayurvedica soprattutto da 2000 anni in Polinesia.

Succo di Noni, aspirina degli antichi

Il nono (o noni) è un arbusto che può raggiungere i 6 m di altezza, che produce frutti rapidamente e raggiunge la maturità a 2 anni: i frutti sono abbondanti (circa dieci kg / mese). Le sue foglie sempreverdi sono lanceolate, verde scuro, lucenti e molto costolute, che possono farne un bel conservatorio o serra in Europa, poiché sostiene poco meno di 3-5° C.

I suoi frutti sono ovoidi, verdi poi bianchi e delle dimensioni di una pigna. Curiosamente, quando sono maturi, hanno un cattivo odore: non essere troppo ripugnanti, il succo venduto nei negozi, oggi, ha ricevuto un trattamento che evita l'odore sgradevole.

Le proprietà medicinali del succo di noni

il succo di Noni è pubblicizzato come in grado di curare malattie gravi e / o croniche come il cancro, il diabete, l'ipertensione, o la malattia di Alzheimer, ma anche disturbi più tradizionali come l'emicrania, allergie, fibromialgia, artrite e obesità. Attenzione perché se il succo di noni conosce vendite esponenziali negli Stati Uniti tra gli integratori alimentari, nessuno studio scientifico ha oggi convalidato nulla di queste virtù annunciate dallo spot!

Tuttavia, sono stati notati gli usi tradizionali del noni, soprattutto per il suo antibatterico, antivirale, antimicotico, cicatrizzante, analgesico, antinfiammatorio. Una stimolazione delle difese immunitarie potrebbe essere osservata anche sugli animali, ma non lì per prevenire il cancro.

Il noni si presenta e viene utilizzato in diversi modi:

  • in succo da bere, per una cura di 1 o 3 mesi ad una velocità di 30 ml ogni mattina al risveglio,
  • in capsule, estratti secchi, secondo le indicazioni del naturopata.

È principalmente nei negozi di alimenti naturali, nei negozi biologici.

L'uso delle piante per guarire deve essere fatto chiedendo a un medico, un farmacista o un erborista. Le donne incinte, le persone con malattie croniche e gravi o l'assunzione di farmaci dovrebbero consultare un medico prima che l'automedicazione possa portare a effetti avversi, comprese le interazioni farmacologiche.

Loading...

Video: Presentato il libro.

Loading...

Condividi Con I Tuoi Amici