Nori, Un'Alga Rossa Molto Ricca Di Proteine

Loading...

Loading...

L'appellativo "Nori", che significa "alga" in giapponese, comprende diverse specie di alghe rosse, ma uno che è tra i più consumato nel mondo è rosso-viola e diventa verde quando secche alghe. In Giappone, serve come una busta per il sushi, ma anche nella preparazione del maki. Il crescente interesse per le alghe Nori è dovuto al suo elevato contenuto proteico, particolarmente richiesto dai vegani.

Alghe Nori, proteine ​​elevate

Origini delle alghe Nori

Alga Nori (Porfiria ombelicale) appartiene alla famiglia delle Bangiaceae e, in tutto il genere Porphyraè quello che è stato scelto in Bretagna per alcuni anni. In Giappone, sono piuttosto altre specie (Pyropia tenera e Yezoensis piropolitico) cresciuti nella baia di Tokyo.

Alga nori essere riconosciuto dai suoi grandi lobi marrone quasi trasparente viola, tagliati in modo irregolare, misura da 10 a 12 centimetri, che sono molto fragili, che possono strappare se si estende. Non è un'alga di cultura ma un'alga selvaggia che viene raccolta solo con la bassa marea, il che spiega perché è spesso più costoso perché richiede più tempo per trovarlo. Si riconosce, nell'aria, con il suo colore verde oliva che diventa nero, e che diventa di nuovo viola quando è immersa.

L'alga Nori si trova nell'Oceano Atlantico, in particolare sulle coste della Bretagna, ma anche nel Mare del Nord e nel Mediterraneo, ma non nel Mar Baltico. Si concentra sulla parte supralitorale, vale a dire, la parte più vicina alla terra che è sommersa solo dalle alte maree, tempeste e spruzzi. Si aggrappa a qualsiasi cosa in grado di sostenerlo, sia che si tratti di pontoni di roccia o di legno, ad esempio.

In Asia, i maggiori produttori e consumatori di alghe Nori (Giappone, Corea del Sud e Cina) crescono dalla semina. In Europa, Francia e Spagna (Galizia) la raccolgono in natura, ma forse i raccoglitori inizieranno ad alghe per soddisfare la crescente domanda...

Alga Nori usata in suhis

I benefici nutrizionali dell'alga Nori

L'alga nori ha un piccolo sapore che è tra la nocciola ei funghi, mentre la delicatezza ma relativamente marcata, nonostante tutto. Inoltre, è meglio non aggiungere sale alle preparazioni culinarie che incorporano alghe Nori perché spesso sarà sufficiente salare il piatto.

Consumo di Nori (35 kcal / 100g crudo o 217 kcal / 100 g essiccato) fornisce molte proteine ​​(che contiene circa il 30%), di acidi grassi omega-3 e fibre alimentari, e in particolare tutti gli amminoacidi essenziali.

Il Nori è anche ricco di vitamina A (beta-carotene), C e B12, così come i minerali (ferro, zinco, calcio, magnesio, iodio, potassio, fosforo, sodio). Il suo alto contenuto di sodio deve essere considerato per le persone con pressione alta. Lo stesso vale per le persone con ipertiroidismo, anche se l'alga Nori contiene meno iodio rispetto ad altre alghe, è prudente consumarlo con moderazione.

Conservazione e uso di alghe Nori

L'alga Nori è consumato crudo o brevemente alla griglia per servire come condimento, o sbriciolato per soddisfare le salse, insalate, pasta, riso, verdure, pesce... Confezionato come foglie secche, alga Nori sarà per la preparazione maki e sushi.

Alghe disidratate Nori

È disponibile nei negozi freschi (al sale), essiccati, in fiocchi, per un utilizzo più semplice o in foglie disidratate. Si conservano a lungo quando vengono essiccati: è sufficiente reidratarli in acqua per alcuni minuti.

Loading...

Video: Alga Nori: proprietà, controindicazioni e come usarla.

Loading...

Condividi Con I Tuoi Amici