Concimi Organici: Per Definizione

Loading...

Loading...

concime organico in polvere

I fertilizzanti organici alimentano il suolo e mantengono la sua fertilità ma non migliorano le sue caratteristiche. Vengono in una varietà di prodotti che sono tutti naturali, al contrario di prodotti sintetici dall'industria chimica.

Quali sono le caratteristiche dei fertilizzanti organici?

I fertilizzanti organici sono tutti naturali, vale a dire che provengono da materiali derivati ​​da esseri viventi, animali o piante. Rilasciano nel suolo principalmente azoto, fosforo e sali di potassio in quantità variabile ma sempre misurati in modo che le piante non subiscano effetti troppo rapidi che potrebbero impedire loro di svilupparsi normalmente.

Stai attento però se i fertilizzanti organici sono naturali, non sono necessariamente organici perché i macelli, l'industria della pesca, le aziende agricole, i raccolti o il mare non hanno necessariamente l'etichetta "biologica"... Inoltre, "naturale" non significa sempre che sia rispettoso del ambiente: il guano marino degli uccelli, per esempio, è controverso a causa della distruzione dei siti di nidificazione.

Tra i fertilizzanti organici, si distinguono quelli che sono solidi, generalmente in polvere, che si diffonde e si mescola con il terreno graffiando la superficie, e quelli che sono liquidi, usati negli spray fogliari.

Concimi organici solidi

Alcuni fertilizzanti organici solidi hanno un'azione rapida di tipo "colpo di frusta", senza il rischio di scottature o lisciviazione:

Sangue seccoViene dai macelli del pollame e viene in polvere. Porta molto azoto e un po 'di fosfato. Si diffonde in primavera su verdure a foglia verde, per un'azione inferiore a 1 mese.

Escrementi disidratatiÈ prodotto da allevamento avicolo intensivo. È completo perché contiene allo stesso modo il famoso NPK. È adatto a tutte le verdure, diffondendosi in primavera per un'azione abbastanza veloce.

Polvere di alghe: il risultato dello sfruttamento di alghe e alghe, questo fertilizzante organico, molto ricco di oligoelementi, si diffonde su tutte le verdure in primavera e richiede da 1 a 2 mesi prima di vedere gli effetti.

Altri fertilizzanti organici solidi agiscono in modo progressivo, vale a dire che il rilascio di nutrienti può richiedere diversi anni:

Farina d'ossa e farina d'ossaQuesti fertilizzanti ricchi di fosfato rilasciano anche un po 'di azoto, molto gradualmente nel corso dell'anno. Sono adatti per frutta e ortaggi a radice e si diffondono in primavera o in autunno.

Torta di ricino: dalla spremitura dei semi di ricino, queste torte portano molto azoto e alcuni fosfati, sali di potassio e oligoelementi. In autunno o in primavera, possono diffondersi su verdure a foglia verde, e essere seppelliti immediatamente, per un'azione progressiva sull'anno.

corno tritato, concime organico

Corno schiacciato: dai mattatoi, questa polvere è posta ai piedi delle colture perenni (arbusti, asparagi, carciofi...) in autunno perché la sua azione è lenta a rilasciare azoto, ma anche fosfato, cloruro di potassio, zolfo, magnesia.

Fertilizzanti organici liquidi

I fertilizzanti organici liquidi sono preparati organici a bassa concentrazione "cucinati" dal giardiniere ma hanno un'azione rapida:

Purins: più spesso conosciuti come repellenti per insetti, hanno anche proprietà fertilizzanti quando fermentano per 3 settimane. Il letame di ortica è ricco di oligoelementi e azoto, mentre il letame più abbondante, ad esempio, è concentrato in oligoelementi e sali di potassio.

melassaVengono dalla spremitura dell'uva e delle barbabietole e sono ricchi di cloruro di potassio.

Succo di alghe: contiene NPK in piccole quantità.

Loading...

Video: Cos'è il Biologico - Documentario.

Loading...

Condividi Con I Tuoi Amici