Pastello Di Tintori (Isatis Tinctoria) All'Origine Del Blu Pastello

Loading...

Loading...

Pastello dei tintori (Isatis tinctoria)

Woad e il guado è anche chiamata erba Lauragais a causa del funzionamento che è stato fatto storicamente in questa regione, tra Tolosa, Albi e Carcassonne, in un azzurro pastello pigmento noto nel XV e XVI secolo, fino alla fine del diciannovesimo secolo quando l'indaco, più facile da trasformare, ha definitivamente rimosso la Isatis tinctoria. Anche la Francia settentrionale ha sfruttato lo stabilimento in una volta.

Isatis tinctoria è un fittone perenne biennale o effimero consistente in rosetta basale lascia libero verde a grigio verde, inseguito, oblunghe, lanceolate fino a 10 cm di lunghezza. Il gambo del fiore ha foglie più piccole.

In primavera appaiono pannocchie ramificate composte di fiori gialli con 4 petali che attirano le api.

Simile a se stesso in abbondanza, Isatis tinctoria si trova spesso in terreni rocciosi, asciutti, deserti.

Queste sono le foglie che producono il pigmento blu organico che un tempo era ambito.

  • Famiglia: Brassicaceae
  • Tipo: perenne o biennale
  • Origine: Europa meridionale
  • Colore: fiori gialli
  • Semina: si
  • Taglio: no
  • Piantare: primavera o autunno
  • Fioritura: maggio-giugno
  • Altezza: fino a 1,2 m

Pavimento ideale ed esposizione per il pastello dei tintori

Il pastello dei tintori è pieno di sole in un terreno piuttosto ricco, fresco e ben drenato, piuttosto calcareo e argilloso.

Data di semina del pastello dei tintori

La pianta ricorda naturalmente se stessa, ma se vuoi seminare, marzo e agosto sono i periodi migliori. La fioritura sarà fatta solo l'anno dopo.

Cura e consulenza culturale di Isatis tinctoria

I pastelli crescono spontaneamente nelle terre incolte, non richiedono alcuna manutenzione.

Raccolta, conservazione e uso del pastello dei tintori

Le foglie che permettono di ottenere il pigmento blu sono state selezionate tra la fine di giugno e l'inizio di novembre a seconda delle capacità di lavorazione. Sono stati lavati e asciugati e schiacciati per produrre una sorta di polpa che è stata delicatamente essiccata per evitare che si ammuffisca. Quindi, è stato modellato in palle di circa dieci centimetri di diametro, chiamate "cocagne" o "cardidi" che hanno dovuto asciugare per diversi mesi. Da quel momento in poi, furono di nuovo bagnati e schiacciati, così iniziò una nuova fermentazione. Oggi la produzione del pastello continua in modo tradizionale, utilizzando un processo di ossidazione delle foglie.

Pastello dei tintori (Isatis tinctoria)

Nella medicina cinese, Isatis è stato usato a lungo per le sue proprietà antibatteriche, antivirali e antinfiammatorie.

Malattie, parassiti e parassiti di Isatis tinctoria

Isatis tinctoria non è suscettibile di malattie o parassiti di alcun tipo.

Posizione e associazione favorevole di Isatis tinctoria

È una pianta che cresce nelle terre desolate, ai margini delle strade, su cumuli di pietre, nelle regioni della Francia sudoccidentale, in Corsica e nella zona mediterranea. Puoi installarlo in un solido del tuo giardino, se vivi in ​​queste zone, perché le sue infiorescenze giallo brillante sono luminose.

È considerato una pianta invasiva e dannosa negli Stati Uniti, in particolare in Occidente.

Varietà raccomandate di Isatis per piantare in giardino

Il pastello dei tintori corrisponde solo a Isatis tinctoria, ma c'è anche il pastello delle Alpi (Isatis alpina) e Isatis glauca le cui foglie sono glauche senza particolari proprietà...

(Foto 1 di Matt Lavin di Bozeman, Montana, USA - Isatis tinctoria caricata da Tim1357 - CC BY-SA 2.0)

Loading...

Video: .

Loading...

Condividi Con I Tuoi Amici