Prugna: Dolcezza Dolce

Loading...

Loading...

prugna

Plum segna il ritorno del sole ei colori sulla piastra... crudo o cotto, in marmellata o dessert, prugna ha qualcosa per stuzzicare le nostre papille gustative!

Prugna in poche parole:

Produzione francese (1): 56 000 tonnellate (media 2008-2012)
Bacini di produzione: Midi-Pirenei, PACA, Rodano-Alpi
disponibilità: da luglio a ottobre
Stagione completa: agosto
Prezzo medio nel 2013 (2): 2,83 € / kg
Consumo domestico nel 2013 (2): 1 kg per famiglia
nutrizione (3): 100 g di prugna rappresentano 48,7 kcal

  • Prugna: benefici e virtù per la salute

La cultura del lato della prugna

Il susino è talvolta usato come albero ornamentale. Tuttavia è più spesso coltivato per i suoi frutti. È uno degli alberi da frutta più coltivati ​​in Francia. il prugna è un albero robusto e resistente al freddo, quindi può essere trovato sia nel nord sia nel sud del paese.

I primi fiori cominciano ad apparire sui rami all'inizio della primavera. Ma è a luglio che possono essere raccolti i primi frutti.

Le ultime varietà sono persino desiderate fino a settembre.

Un po 'di storia

Non conosciamo l'origine esatta del susino che viene coltivato oggi in Francia. Viene da un incrocio tra diverse specie europee e asiatiche risalenti a migliaia di anni fa. La cultura di susine sembra molto vecchio Gli archeologi hanno trovato nuclei vicini a quelli della prugna di Mirabelle in siti risalenti all'età del bronzo.

Sappiamo anche che in Egitto le prugne secche venivano deposte nelle tombe delle piramidi. La prugna era anche molto coltivata in Siria, dove furono arrestati i crociati. Secondo la leggenda, hanno portato solo alberi di prugne dal loro viaggio, così è nata l'espressione "vai per le prugne".

In Francia, è dal Medioevo, ma soprattutto nel Rinascimento che la prugna conosce un vero successo. Uno di loro prenderà il nome di "regina-claude" in onore della moglie di Francesco I che lo amò.

Prugna sul lato della cucina

Al tatto, la prugna deve essere morbida, senza essere morbida. La pelle è liscia, senza macchie e emana un buon profumo. Il piccolo velo bianco che copre è chiamata la fioritura: una sorta di cera naturale schermare la frutta fa per la protezione solare. La sua presenza è garanzia di freschezza e dimostra che il frutto non ha subito troppe manipolazioni. Si noti che alcune varietà sono naturalmente carenti.

Esistono molte varietà di prugne, tuttavia, raramente ne esistono più di quattro nei nostri mercati:

  • il greengagerotondo, dal giallo al verde, con polpa soda e dolce;
  • il Mirabelle, più piccolo, dorato, con polpa giallo arancio con sapori dolci e dolci;
  • il susino selvatico viola scuro e giapponese-americano tra cui Golden Japan o Blackamber.

Conservazione delle prugne

Le prugne vengono assaggiate subito dopo il loro acquisto. L'ideale è quindi consumarli lo stesso giorno.

A seconda della loro maturità, è possibile tenerli per dieci giorni in frigorifero. È preferibile portarli fuori dal contenitore di verdure pochi minuti prima di mangiarli in modo che la frutta possa rilasciare tutti i suoi sapori.

Snocciolate, prugna è facile da tenere nel congelatore.

Preparazione di prugne

Natura, lavalo bene per godertelo al meglio. In crostate, clafoutis, si sbriciola e Fars, ha prontamente cucina con la sua pelle sottile non è necessario sbucciare prima.

Per rimuovere il kernel, basta tagliare il frutto a metà all'ultimo minuto altrimenti la carne diventerà marrone.

Salato, prugna sposa anche carni bianche.

E per prolungare il piacere tutto l'anno, si presta anche a marmellate di prugne mescolato con frutti aciduli come rabarbaro, il limone o ilarancione.

  • Per leggere anche: sapere tutto sulla coltivazione del susino

Fonti: (1) Agreste, (2) Kantar Worldpanel 2013, (3) Ciqual 2013
© Philippe Dufour / Interfel

Loading...

Video: Crostata di Prugne.

Loading...

Condividi Con I Tuoi Amici