Rinomina Un Cactus, Il Metodo Giusto

Loading...

Loading...

I cactus, come tutte le piante, devono essere rinvasati di volta in volta. Un ritmo di una volta ogni tre anni si adatta perfettamente a loro. Certo, un cactus, punge, quindi ecco alcuni consigli per eseguire l'operazione per il bene della tua pianta, senza farti male.

Rinfrescare un cactus

Scegliere il vaso giusto per il tuo cactus

A differenza di altri tipi di piante, al cactus non piace che ci sia troppo spazio, quindi scegli un vaso troppo piccolo o troppo grande. Una terrina in vaso sarà preferita a un vaso di plastica e la sceglierà piuttosto più larga che alta; il sistema radicale di un cactus che si estende più orizzontalmente. Naturalmente, il tuo vaso sarà perforato sul fondo per evacuare l'acqua in eccesso.

Che tipo di terreno usare per l'invasatura?

Per rendere il tuo mix, niente di più semplice, ecco due ricette che si adattano perfettamente:

  • 1/3 del suolo superiore del giardino, 1/3 di sabbia fluviale, 1/3 di terriccio ben decomposto,
  • 1/3 del terreno superiore del giardino, 1/3 di pozzolana di circa 0,5 cm di diametro, 1/3 di terriccio ben decomposto.

Mescola tutto insieme e sei su un substrato perfetto. In natura, il cactus ha una vita dura, il tuo substrato non ha bisogno di essere ricco, al contrario. È anche consigliabile iniziare riposando il tuo cactus se ne acquisti uno in giardino, sarà meglio. Dopo essere stato "spinto verso gli ormoni", gli farà bene "soffrire" un po '.

Gestisci il tuo cactus senza pungere durante il rinvaso

Per evitare di pungere durante la rimozione, utilizzare guanti tipo "rosa" che si trovano ora in tutti i centri di giardinaggio, facendo attenzione a non schiacciare la pianta. Puoi anche gestirlo prendendo appena sopra le radici, c'è meno colonna vertebrale.

Senza guanti, puoi anche realizzare strisce intrecciate con giornali, circondare l'impianto e maneggiarlo usando le estremità come "manico". E se ti pesti, ecco un consiglio per rimuovere le spine di cactus!

Prima di rinvasare la pianta, rimuovere tutto il terreno dalle radici, aiutarsi con un pezzo di legno per districare le radici. Con uno scalpello, tagliare le radici in modo grave lasciando solo 3-4 centimetri.

Sul fondo della pentola, posiziona uno strato di pozzolana o ghiaia, quindi la tua miscela di terra. Posiziona il tuo cactus, avendo cura di centrarlo nella pentola, quindi copri le radici mettendo tutto insieme. Fare attenzione a non spingere la pianta troppo sopra il collare, con il rischio di vederla marcire.

Dovresti innaffiare il tuo cactus dopo l'invasatura?

Non innaffiare il cactus solo dopo il rinvaso. Lasciarlo in silenzio per un po ', man mano che le radici guariscono, e eviterai il rischio di marcire. 15 giorni dopo tre settimane, puoi annaffiarlo, o meglio, lascia che la natura lo faccia perché, naturalmente, il tuo cactus vivrà da fine aprile a metà ottobre!

Infine, 3 fogli su cactus da leggere su Binette & Jardin:

  • Cactus di Natale
  • Fico d'India
  • Mammillaria
Loading...

Video: .

Loading...

Condividi Con I Tuoi Amici