Una Breve Guida Per Raccogliere I Semi Del Tuo Giardino

Loading...

Loading...

Raccogli i semi del suo giardino

Per definizione, la semina è più economica rispetto all'acquisto di piantine. Inoltre, se raccogli i tuoi semi o li scambi con i tuoi amici del giardinaggio, sarai sicuro dell'origine e della qualità dei semi. Parteciperai anche, in un modo, alla conservazione delle specie.

Come recuperare i tuoi semi?

Non c'è bisogno di cercare di recuperare i semi sulle piante "ibride F1" perché sono semi ottenuti con la fecondazione manuale in laboratorio, il che, secondo, non darebbe affatto la stessa cosa della pianta F1 iniziale, ma degenerarebbe le piante.

Per mantenere una varietà e non dipendere dalle aziende produttrici di sementi, puoi raccogliere i tuoi semi coltivando quelli che vengono chiamati "portatori di semi", vale a dire i cui piedi non raccoglieranno la produzione di frutta o verdura, ma il semi per produrre i propri semi l'anno successivo.

Ecco la procedura da seguire e alcune raccomandazioni di base che devono essere prese in considerazione, prima di iniziare:

  • scegliere come portatori di semi i soggetti più belli, liberi da malattie, e particolarmente rappresentativi della varietà desiderata,
  • lasciare più spazio tra ogni pianta per trasportare i semi, e preferire i quadrati piuttosto che le file per il porta seme per facilitare l'incrocio,
  • coltivare una sola varietà per specie di pianta allogamica, per evitare incroci (non due varietà di fagioli affiancati), e fare attenzione alle varietà selvatiche circostanti, specialmente per le carote; avvicinati, se necessario, ai tuoi vicini per "organizzare" i semi degli altri e fare scambi!
  • per esempio, proteggete i porta-seme degli uccelli sistemando le reti,
  • raccogliere i semi in tempo asciutto, a perfetta maturità, man mano che maturano,
  • lasciali asciugare in un luogo arioso, all'ombra, su un foglio di carta o stoffa, lontano da roditori e uccelli; specialmente nessun sole diretto o grande calore; l'essiccazione deve andare rapidamente per evitare qualsiasi rischio di fermentazione o sviluppo di funghi,
  • controlla se i semi sono secchi scricchiolando uno: se si rompe sotto il dente, è un buon segno, ma se rimane pastoso, l'asciugatura non ha successo,
  • conservandoli in sacchetti di carta, etichettandoli per specificare il nome, la data di raccolta dei semi, l'origine del moncone e qualsiasi informazione che ritieni utile,
  • conservarli in un luogo fresco non superiore a 20° C e asciutti, al riparo dall'umidità.

Semi di ortaggi, semi di fiori... è facile, economico e organico!

Come raccogliere e conservare i tuoi semi di fiori

Le piante vegetali più facili da coltivare come semi per il recupero dei semi sono carote, prezzemolo, cerfoglio, cetriolo, zucca, melone, crescione, fagiolo, fagiolo, peperoncino, porro, piselli, ravanelli, rucola, pomodoro...

Le Brassicaceae (precedentemente crucifere) e in particolare il cavolo, sono difficili da ottenere perché richiedono molti porta-semi e possono essere facilmente denaturate da altre terraglie di semi.

Le piante da fiore che si possono facilmente ottenere i semi sono piselli dolci, calendula, nasturzio, cosmo, malvarosa, mirtillo, tabacco, papavero (foto a lato), aquilegia, valuta il papa, l'ipomea, la rudbeckia, le nigelle...

La raccolta di semi verrà effettuata il primo anno (annuale) per alcuni porta-piante e solo il secondo anno (biennale) per gli altri.

Loading...

Video: Come piantare marijuana e non essere arrestati: intervista a Rita Bernardini (Radicali).

Loading...

Condividi Con I Tuoi Amici