Inizia Con L'Alveare Keniota

Loading...

Loading...

Chiudi gli occhi e immagina un alveare: è molto probabilmente un alveare, la casa più nota per le api foraggiamento. Ma se questo alveare è il più comune in Francia, non è l'unico! Per iniziare l'apicoltura, un'alternativa interessante, ancora sconosciuta, è in effetti l'alveare, chiamato anche alveare keniota. Si ispira a un metodo sviluppato in Kenya negli anni '70 per aiutare a democratizzare l'apicoltura nel continente africano. In pratica, mentre il primo sistema è costituito da una pila verticale di scatole rimovibili, il secondo è presentato come una scatola in orizzontale, con barre parallele interne:

- nel primo caso, lo sciame si sviluppa quindi verticalmente, in cera artificiale mantenuta da fili,
- nel secondo caso, le api fanno la loro cera in una scatola allungata. Uno svantaggio, il loro peso: piuttosto fragile, questi alveari sono meno comodi da spostare, il che riduce le possibilità di transumanza e richiede fin dall'inizio di posizionare l'apiario nel posto giusto! "

Una soluzione a basso budget

Primo vantaggio del dispositivo, il suo costo molto basso. Mentre un tipico alveare costa circa cento euro, l'alveare keniota è più economico, ed è addirittura possibile costruirlo da soli per una cifra molto modesta, circa 30 euro. I piani sono davvero molto facilmente su Internet: "Dobbiamo segare dimensioni tavole, ma poi, in un colpo di cacciavite, questo è tutto", ha detto l'apicoltore amatoriale David Chartier, che ha costruito la sua intera apiario.

Una dimensione importante, tuttavia, lo spessore della barra33 millimetri precisamente, in modo che la regina appoggi bene il suo raggio sul pezzo di legno.

Maneggevolezza

Qualunque sia l'alveare, la sua apertura è sempre fatta fumando lo sciamePer ridurre il rischio di puntura, l'apicoltore deve semplicemente alzare una barra per poter osservare il pettine senza disturbare il resto della colonia o danneggiare le cellule. In breve, un'osservazione più semplice degli insetti sul lavoro - e persino della regina - e molto meno rischio di morsi! Allo stesso modo, mentre negli alveari con cornici, è necessario aggiungere aumenti come la crescita dello sciame, negli alveari del Kenya, nulla da fare, il posto è lì!

Una tecnica favorevole agli insetti

Se questo alveare renderà felice l'apicoltore principiante, farà anche le api : anzi, rispetta il loro ciclo vitale, poiché la regina costruisce il proprio raggio, in una forma non vincolata, che non è il caso dell'alveare classico... Più adattato al ciclo vitale dell'insetto In armonia con il ritmo naturale della colonia, questa costruzione sarebbe vantaggiosa per loro: "In un contesto ben controllato dagli esseri umani, le malattie tendono a diffondersi ulteriormente", afferma David Chartier.
Unico inconveniente, l'energia spesa per produrre cera porta a raccolti inferiori…

Miele di qualità ben "drenato"

Mentre nel caso degli alveari convenzionali, la raccolta viene effettuata per mezzo di una centrifuga, con estrazione di miele dallo scaffale, quindi invasatura, qui, è semplicemente drenando i raggi:

La raccolta avviene bar bar, vecchio, rompendo i raggi in un secchio e poi li scarico attraverso un setaccio per qualche ora: il miele risultante è estremamente gustoso, come aromi, volatili, non sono stantio durante la centrifugazione.

Loading...

Video: Alveare naturale.

Loading...

Condividi Con I Tuoi Amici