Tale Padrone, Tale Cane: Come Interpretare Questa Espressione Popolare?

Loading...

Loading...

Siamo stati tutti divertiti dalle somiglianze che possono esistere tra un cane e il suo proprietario, e dobbiamo ammettere che a volte la somiglianza è sorprendente!

Ma come capisci questo proverbio? Questi aspetti comuni sono solo fisici o possono essere veri anche mentalmente? È una vera mimica o una semplice interpretazione esterna? E se esiste, in quale direzione si svolgerà l'imitazione della coppia cane-padrone?

Tale padrone, tale cane: come interpretare questa espressione popolare?

Tale padrone, tale cane: quali sono le origini di questa espressione?

Se l'origine esatta del proverbio è sconosciuta, sembra essere modellata su altri detti popolari come "tale padre, tale figlio" e la sua controparte "tale madre, tale ragazza". Si trova altrove in altre lingue e specialmente in inglese con "tale padrone, tale cane". Ma queste versioni insistono più su una rassomiglianza acquisita che onin, poiché non c'è ovviamente alcun collegamento di parentela tra un cane e il suo padrone! Tuttavia, non sembra illogico chiedersi se fossero simili prima di unirsi o se diventassero uno in contatto tra loro...

Questa domanda ha ispirato molte opere, dalla famosa Autoritratto con cane nero da Gustave Courbet (sotto), a Charlie Chaplin (La vita di un cane) o diversi artisti contemporanei che hanno prodotto serie su questo tema (Cani di Parigi dal fotografo Antonia). E chi non ricorda la scena irresistibile di 101 Dalmati da Walt Disney, dove Pongo vede le coppie sposate per strada e i loro cani sembrano due gocce d'acqua?

Perché una somiglianza fisica tra il cane e il suo padrone?

Qualunque sia l'interpretazione che vogliamo trarne, l'idea che un cane e il suo proprietario inizino a somigliarsi l'un l'altro fisicamente a forza di conoscersi sembra difficile da credere. Viceversa, uno studio americano in psicologia ha dimostrato che la scelta di un cane non è banale per il suo padrone, e le persone che comprano un cane di razza tenderanno a rivolgersi ad animali con caratteristiche facciali strette di loro.

Secondo il principio di "chi si assomiglia", le persone sarebbero spinte a scegliere un compagno in cui troverebbero tratti familiari. Con un fenomeno di trasferimento, queste somiglianze avrebbero una funzione rassicurante e susciterebbero più sentimenti e benevolenza verso il loro animale!

Uno studio sulle somiglianze mentali nella coppia cane-padrone

Se l'effetto Pigmalione fosse contraddetto in termini di somiglianze fisiche, sarebbe molto reale sul piano mentale. Infatti, nel suo articolo "I proprietari e i loro cani hanno personalità simili?Il professor Stanley Coren ha osservato le convergenze che esistono tra un proprietario e il suo animale dal punto di vista del temperamento. Dopo varie prove, nota che troviamo sia nell'uomo che nel suo cane i cinque grandi tratti della personalità tratti dalla teoria di Big Five in psicologia empirica (Goldberg, 1981).

Autoritratto con il cane nero di Gustave Courbet

In un modo più semplice, potremmo dire che una persona attiva avrà un cane attivo, una persona nervosa un cane nervoso, una persona calma avrà un cane calmo... Tali conclusioni sembrano comunque avere un senso dal temperamento del maestro e dalle sue aspettative verso l'animale influenza necessariamente l'educazione che gli darà. Inoltre, essendo il cane molto sensibile alle emozioni, ai gusti e agli stati d'animo, è normale che si adatti al suo padrone nel tempo. Più sorprendentemente, sarebbe anche vero il contrario e i tratti caratteriali del cane finirebbero per strofinare il suo proprietario!

Mimetismo uomo-cane, al centro di una relazione benefica?

Come una coppia, il proprietario e il suo cane si evolvono insieme e possono sviluppare tratti di stretta personalità e reazioni simili a situazioni quotidiane che comportano stress o cambiamenti. Se questo fenomeno può essere difficile da gestire quando non è cosciente, potrebbe comunque essere utile se un maestro ansioso sceglie deliberatamente di adottare un compagno appartenente a una razza reputata tranquilla, o se invece una persona timida e introverso piuttosto rivolto a un cane di razza socievole e in uscita.

In questo modo, il cane può diventare un vero motore per il suo maestro portandolo, chissà, ad incontrare persone in contesti in cui non avrebbe osato andare dagli altri (i passanti, i camminatori con i loro cani). Al contrario, un cane di natura nervosa potrebbe migliorare considerevolmente a contatto con una persona calma, in grado di sorvegliarlo ed educarlo consapevolmente. Tenendo conto del mimetismo uomo-cane può quindi avere un effetto molto positivo e facilitare l'educazione.

Loading...

Video: KAYLA AND HARLEY BECOME UNICORNS! | We Are The Davises.

Loading...

Condividi Con I Tuoi Amici