Terrarium: Crea Un Giardino D'Inverno A Casa

Loading...

Loading...

Il terrario è come un vaso in cui non si mettono acqua o pesci rossi, ma piuttosto terra e piante!

Cadendo nel dimenticatoio dagli anni '70, è tornato in vigore nelle attuali tendenze, in particolare con le stagioni autunnali e invernali durante le quali la vegetazione è più a riposo al di fuori.

Terrarium: crea un giardino d'inverno a casa

In cosa creare un terrario?

Poiché il terrario ti permette di creare bellissimi giardini in miniatura, devi prima trovare il contenitore trasparente, idealmente il vetro, che avrà un lato decorativo e ti piacerà. Una grande bottiglia, un vaso, un vaso, un vecchio acquario, ad esempio, faranno il lavoro per accogliere questo ecosistema in miniatura.

Il vetro offre una maggiore estetica, resistenza all'attrito del suolo e brillantezza rispetto al plexiglass o ad altri materiali compositi, ma spetta a ciascun individuo fare la sua scelta purché il contenitore sia traslucido e stagno, con un'apertura sufficiente per inserire le piante.

Inoltre, a seconda del tipo di piante che installerai, le dimensioni dell'apertura dovrebbero essere prese in considerazione: ampie per ricreare all'interno di un'atmosfera secca, strette per mantenere in vitro un'atmosfera più umida.

Quali piante scegliere per un terrario?

Inutile dire che non tutte le piante sono destinate ad essere coltivate in un terrario. Dovrai scegliere solo tra le specie vegetali che hanno bisogno di poca terra e che hanno una crescita lenta con un piccolo sviluppo. A seconda del tipo di "clima" che desideri ricreare, sceglierai, inoltre, piante per terrari secche o bagnate:

  • terrario secco: cactus e succulente saranno a loro agio, tra cui Haworthia, Aloe, Echeveria, Ceropegia, Sansevieria e altre mini succulente vendute frequentemente nei negozi di decorazione e decorazione.
  • terrario umido: piante epifite come Tillandsia o orchidee in miniatura, muschi, felci, piante carnivore come Drosera o Dione, Ficus pumila, Chlorophytum...

terrario secco con piante grasse

La creazione del terrario

Pulire accuratamente l'interno del contenitore perché la sua trasparenza contribuirà all'estetica del terrario e, se l'apertura è stretta, utilizzare un foglio di cartoncino arrotolato per fungere da imbuto per introdurre il substrato.

Fondamentalmente, è un letto di ghiaia che si deve depositare su 3-4 cm di spessore: servirà da drenaggio poiché il barattolo non viene trafitto. Le palle di argilla sono un'alternativa.

Un pezzo di feltro geotessile tagliato alla dimensione del barattolo sarà collocato sulla ghiaia per evitare che la terra affondi nella ghiaia. In caso contrario, è possibile utilizzare un panno di protezione intrecciato largo sintetico in modo che non si rompa.

Uno strato di carbone sminuzzato sarà depositata per assorbire qualsiasi odore di acqua stagnante e agire come antisettico contro la crescita di muffe e altri batteri.

Il substrato verrà infine versato con uno spessore di circa 5 cm: miscela di terra e sabbia per un'atmosfera secca o miscela di terriccio e fibre di cocco (sostituzione di muschio di sfagno o torba) per un'atmosfera umida.

terrario a clima secco

Le altezze indicate sono indicative perché dipende dalle dimensioni del vaso: tutti gli strati dovrebbe essere di circa 1/3 dell'altezza del contenitore per lasciare il resto all'aria e piante.

Piantare le piante scavando leggermente il substrato umido per diffondere le radici e ancorare ogni pianta. Se non puoi accedere con la mano, dovrai usare le bacchette!

La manutenzione del terrario

Il terrario deve essere posizionato in una situazione luminosa ma non riceve il sole direttamente perché con l'effetto di ingrandimento del vetro, le piante rischiano di essere bruciate.

Assicurarsi che il terreno rimanga leggermente umido ma mai fradicio: irrigazione settimanale per un terrario umido, e mensile per un terrario secco, versando solo piccole dosi.

Rimuovere i fiori o le foglie sbiadite per evitare che marciscano.

Seguendo questi pochi suggerimenti, dovresti essere in grado di mantenere il tuo terrario per diversi mesi! Sappi che il terrario può anche essere creato per ospitare animali, compresi i rettili appartenenti a nuovi animali domestici (NAC)!

Loading...

Video: terrario per taratarughe.

Loading...

Condividi Con I Tuoi Amici