Comprendi Tutti I Nomi Delle Piante: Botanico E Vernacolare

Loading...

Loading...

Tutti gli organismi viventi sono divisi in 5 gruppi incluso il regno vegetale, Plantae, che riunisce soggetti botanici classificati come un albero genealogico in base alle loro caratteristiche comuni dal punto di vista scientifico. Accanto al nome botanico, latino o scientifico, è stato dato un nome comune o volgare, più spesso usato nel linguaggio quotidiano, ma che non offre il rigore scientifico del primo e può anche essere fonte di confusione. Vediamo come navigarlo.

nomi botanici

Classificazione e nomenclatura vegetale

Famiglia botanica

Tutto inizia con la classificazione delle piante in famiglie, dall'osservazione degli organi riproduttivi. Tuttavia, le recenti scoperte sul DNA hanno sfidato e continuano a scuotere questo metodo di classificazione chiamato "classico".

La classificazione APG (1998), effettuata dal gruppo di filogenesi delle angiosperme, ha avuto successo prima di essere sostituita dalla classificazione filogenetica APG II (2003), poi dalla classificazione filogenetica APG III (2009) e l'ultima, la classificazione phylogenetic APG IV (2016).

Come possiamo vedere, tutto si evolve secondo il progresso delle scoperte scientifiche sui viventi. E le controversie tra i botanici sono permanenti... Per questo motivo, è comune vedere che una pianta viene a volte collocata in una famiglia botanica, e altre volte, sarà classificata in un'altra famiglia che risponde a una nuova classificazione delle famiglie.

Ad esempio, la cipolla è stata a lungo un membro della famiglia Alliaceae che è scomparsa dalle ultime classificazioni per essere sostituita da quella di Amaryllidaceae.

Il nome di una famiglia di solito finisce con "aceae" o "acées". Poiché la famiglia riunisce un insieme di generi con personaggi comuni, scendiamo di un livello.

Genere botanico

Il genere riunisce le specie che hanno molti caratteri comuni, si trova nella prima declinazione della nomenclatura di una famiglia.

Ad esempio, tutti i tipi di prugna, pesca, albicocca, ciliegia, alloro ciliegio sono raggruppati sotto il termine Prunus, il genere in latino.

Il nome botanico del genere è scritto in corsivo con la prima lettera maiuscola.

Specie botaniche

Con la specie, generalmente ben stabilita, si arriva all'unità di base della classificazione botanica. La stessa specie comprende piante appartenenti allo stesso genere e che mostrano più o meno uniformità per il loro porto, il loro fogliame, i loro frutti e i loro fiori.

Ad esempio, l'alloro del Portogallo è scientificamente chiamato Prunus lusitanica.

La specie è sempre identificata dai due nomi inseparabili di genere e specie: secondo il nome del genere, arriva il nome botanico della specie in corsivo senza alcun capitale.

Kind Prunus

Sottospecie botaniche

Una sottospecie ha una variazione morfologica o genetica, o anche una diversa distribuzione geografica. Questa variazione di una specie avviene naturalmente.

Ad esempio, l'oleandro del Portogallo delle Azzorre, con foglie più larghe, reca il nome scientifico di Prunus lusitanica ssp. azorica. La sottospecie è rappresentata dall'indicazione "ssp." in minuscolo seguito dal nome della sottospecie in corsivo.

Varietà botanica

La varietà si presenta naturalmente con differenze che distinguono le piante dalla stessa specie. La struttura botanica di ogni varietà differisce ma è una suddivisione minore di una specie. Inoltre, le varietà possono riprodursi con i loro semi mantenendo le stesse caratteristiche.

Ad esempio, Prunus avium è il ciliegio che viene, tra gli altri, in una varietà chiamata Bigarreautier, Prunus avium var. duracina. Nella scrittura, le parole "var." Dovrebbero essere aggiunte in minuscolo seguito dal nome della varietà sempre in corsivo.

Cultivar e ibrido

La cultivar designa una varietà coltivata, vale a dire una pianta ottenuta per selezione orticola. La semina dei semi della cultivar dà la prole che non si conforma alla pianta madre.

Ad esempio, l'alloro del Portogallo era all'origine della creazione di una cultivar con fogliame variegato chiamato Prunus lusitanica 'Variegata'. Il nome che il coltivatore dell'allevatore dà alla sua creazione è scritto con una lettera maiuscola tra gli apostrofi dopo il nome botanico.

L'ibrido nasce da un incrocio tra due piante dello stesso genere o specie. Può essere fatto naturalmente o in laboratorio dall'impollinazione fatta dall'uomo.

Ad esempio, il susino delle sabbie, Prunus x cistena, deriva da un'ibridazione tra il ciliegio con i fiori Prunus cerasifera 'Nigra' e la ciliegia delle sabbie Prunus pumila. L'ibrido è riconoscibile nella forma scritta dalla minuscola "x" che è posta tra il genere e la specie.

Tutta questa nomenclatura altamente strutturata e precisa consente ai botanici e ai giardinieri di riconoscere, identificare, nominare, selezionare e moltiplicare perfettamente una pianta per preservarla. Tutta questa diversità genetica è una grande ricchezza!

Loading...

Video: .

Loading...

Condividi Con I Tuoi Amici