Svezzamento Del Gattino: A Che Età? Come Procedere?

Loading...

Loading...

Un passo essenziale nella vita del gatto, lo svezzamento è il periodo di transizione tra la totale dipendenza dalla madre e le prime forme di indipendenza. È importante rispettarlo perché condiziona il resto della vita del gattino.

Svezzamento del gattino: a che età? come procedere?

A che età lo svezzamento viene dal gattino?

Dalla 3a o 4a settimana dopo la nascita dei gattini, la loro madre accetta più difficile l'alimentazione; inizia a evitare la sua progenie rifugiandosi in luoghi a cui è difficile accedere. È in questo momento che i denti da latte iniziano ad apparire. È un buon momento per insegnare ai gattini a scoprire il cibo della madre. Quest'ultimo può ancora nutrire fino alle 8 settimane di gattini, ma finisce per respingere dopo 2 mesi. Alternare con una dieta solida durante questo periodo di transizione può alleviare la madre e gradualmente abituare i gattini allo svezzamento.

Il ritiro stesso segna l'inizio dell'indipendenza del gatto. Nelle prime quattro settimane di vita, il gattino beve solo latte e dorme gran parte della giornata. È solo dall'inizio del suo secondo mese di esistenza che inizia a svegliarsi ed esplorare il suo ambiente. Passa dal latte materno o dalla formula, una dieta liquida, a una forma di cibo solido come le crocchette di crocchette. Questo periodo di transizione consente al cucciolo di prepararsi per l'indipendenza e alleggerire a poco a poco la madre, perché l'alimentazione richiede molta energia, soprattutto se lo scopo è ampio.

Lo svezzamento è un passaggio essenziale che deve essere rispettato. Non dovrebbe essere avviato prima di quattro settimane ed è importante prendere il tempo necessario per la sua realizzazione, circa un mese.

Come procedere con lo svezzamento del gattino?

Lo svezzamento è un passo essenziale nella vita di un gatto. Fatto male, può avere conseguenze significative sulla vita di un adulto, anche mettendo a repentaglio la propria sopravvivenza. È quindi imperativo seguire il processo e accompagnarlo pazientemente.

Le fasi dello svezzamento nella vita del gattino

Per uno svezzamento di successo, è importante conoscere le diverse fasi che costituiscono l'evoluzione del gattino nelle prime fasi della sua vita.

  • Alla fine della terza settimana, i denti da latte del gattino iniziano a formarsi. È pronto per la scoperta di un cibo secco.
  • Tra la quarta e la quinta settimana, la crescita del gattino è rallentata a causa della transizione. Infatti, consuma meno energia da sua madre e non mangia abbastanza cibo solido per superare la mancanza. Questo è l'inizio del periodo di vicarianza.
  • Entro la quinta settimana, la madre abbandona la figliata e le da solo poco tempo. Non è più in grado di soddisfare i bisogni nutrizionali dei suoi cuccioli. Questo passaggio consente alla sua progenie di prepararsi all'autonomia. A volte nel caso di cucciolate ridotte; la madre può allattare i suoi cuccioli da una a due settimane in più.
  • Verso la settima settimana, la crescita dei gattini riprende, poiché ingerisce abbastanza cibo solido per soddisfare i suoi bisogni energetici. Il periodo di vicarianza finisce.
  • Dall'ottava settimana, il gattino inizia la sua fase di autonomia. Impara a nutrirsi e regolare il suo appetito secondo i suoi bisogni, fino a quando non cresce sufficientemente per raggiungere la sua taglia adulta.

Quale cibo dare a un gattino per svezzarlo?

Il cibo che dai al tuo gattino deve essere ricco di energia, proteine, vitamine e minerali. Deve essere appetibile per stimolare naturalmente il suo desiderio e il suo consumo spontaneo. Dovrebbe essere noto che è durante questo passo decisivo che si forma il gusto del gatto.

La stessa dieta può essere data alla madre. Infatti, durante la gestazione e quando allatta al seno, il gatto ha bisogno di una dieta ricca di energia e di un'alta qualità nutrizionale per trasmetterla a portata di mano. Inoltre, i gattini tendono a imitare la loro madre, adottano più facilmente lo stesso comportamento alimentare.

Non c'è bisogno di variare i tipi di alimenti, gusti o marchi. Scegli un alimento completo, di qualità, equilibrato e adatto alle esigenze nutrizionali di un gattino. Il corpo del gatto è costruito durante lo svezzamento; si fortifica come quello di un bambino. È quindi essenziale fornirgli cibo adeguato per evitare il rischio di carenza.

Quanto spesso dovrebbe essere alimentato un cucciolo durante lo svezzamento?

Durante lo svezzamento, il gattino deve sempre avere acqua, facilmente accessibile e consumare diversi pasti al giorno. Idealmente, distribuire da 3 a 5 pasti al giorno, secondo necessità, distribuiti durante il giorno. Per dargli delle buone abitudini alimentari, lasciagli la ciotola per un tempo limitato, quindi rimuovila e non dargli niente da mangiare prima del prossimo pasto.

Il gatto dovrebbe anche imparare a bere abbastanza perché è molto sensibile alle pietre urinarie e ai problemi ai reni. Lasciare sempre con acqua limpida e fresca in modo che possa prendere le buone abitudini molto presto.

Le azioni giuste e i suggerimenti per lo svezzamento di successo

Ecco alcuni suggerimenti e buone cose da fare per svezzare con successo il tuo gattino.

Il periodo di pre-svezzamento

Durante il periodo di pre-svezzamento, cioè durante le prime quattro settimane di vita di un gattino, non è necessario intervenire nella sua dieta poiché sua madre si prende interamente cura di lui. D'altra parte, assicurati di succhiare bene e che il suo peso alla nascita raddoppi dopo le prime due settimane. Se cresce bene e cresce normalmente, va tutto bene. In caso contrario, intervenire aiutandolo a succhiare o dargli qualche formula per sostenerlo. Non esitate a chiedere il parere di un veterinario.

Dai da mangiare al gattino durante lo svezzamento e controlla il suo peso

Durante il periodo di svezzamento, puoi umilmente masticare dei gattini con un po 'di acqua tiepida per renderli più morbidi e facili da inghiottire.

Sentiti libero di pesare il tuo gattino una o due volte alla settimana, sempre alla stessa ora. Se il suo peso ristagna o cade, sii vigile e assicurati che abbia abbastanza da mangiare. Cambia cibo se quello che scegli è di scarsa qualità.

Durante lo svezzamento, le capacità digestive del gattino cambiano. Infatti, il suo corpo digerisce il lattosio, che è lo zucchero contenuto nel latte, e digerisce meglio l'amido di cereali. D'altra parte, imparare a digerire l'amido è molto lento; fare attenzione a non esagerare con il rischio di causare diarrea.

La particolarità del gattino alimentava il latte artificiale

Se hai raccolto un gattino abbandonato o sei stato costretto a darne uno con la formula, deve essere svezzato come un gattino allevato nel latte materno. Vedrai nella quarta o quinta settimana che mordicchia il capezzolo della bottiglia quando fa schifo; è un buon momento per offrirgli un piatto di crocchette leggermente inumidito con latte.

Per quanto riguarda un gattino allevato nel latte materno, ridurre gradualmente le quantità di latte e aumentare la razione di crocchette ogni giorno.

È necessario vaccinare un gattino durante lo svezzamento?

Il gattino è naturalmente protetto dagli anticorpi che sua madre lo ha inviato fino alla sua ottava settimana. È quindi necessario vaccinarlo intorno all'ottava e alla decima settimana contro il tifo (panleucopenia) e la corizza.

L'educazione del gattino durante lo svezzamento

È principalmente tra la sua 2a e 8a settimana di esistenza che il gattino impara a socializzare e ad essere educato. Questo periodo è essenziale per lui crescere in una famiglia adottando buone abitudini.

La madre è la prima a insegnare la socializzazione al suo gattino. Questo si sviluppa più tardi quando l'animale interagisce con altri animali e umani. Il gattino impara a scoprire il suo ambiente, a fare il suo bagno, a fare i suoi bisogni, a comportarsi bene grazie a sua madre. Insegnagli anche i gesti giusti, ma procedi senza intoppi in modo da non spaventarlo. Mostrati paziente, premuroso e buon pedagogo.

Le conseguenze dello svezzamento del gattino troppo presto

La legge del gennaio 1999 proibisce l'adozione di un gattino prima di 8 settimane. Per stabilire questo ritardo, le autorità hanno fatto affidamento sulla fine del periodo di vicarianza, considerando che un gattino può lasciare sua madre solo dopo la fase di rigetto per evitare lo shock emotivo e per essere stato adeguatamente educato da esso.

Un gattino separato prematuramente da sua madre lo vide come un bambino strappato alla sua famiglia. Durante la notte, è tagliato fuori dal calore, dall'odore e dall'ambiente della madre. È immerso in un ambiente che non conosce, con persone che non conosce, circondato da suoni e odori sconosciuti. Il trauma è grande e sfortunatamente lo svezzamento incompiuto, seguito da una separazione troppo precoce, causa disturbi nel gattino e può a volte portare alla sua perdita. Pertanto, è imperativo rispettare il ritardo di 8 settimane per adottare il tuo gattino.

Loading...

Video: inizio fase di svezzamento gattini a 30 giorni.

Loading...

Condividi Con I Tuoi Amici