Salici: Conosci Tutto In 5 Domande

Loading...

Loading...

Una siepe di vimini vivente permette tutte le fantasie, come qui con questa tessitura. Permette di creare una delimitazione pur rimanendo trasparente.

salice

Quali specie scegliere?

Vimini vivi è disponibile da metà dicembre a marzo dai produttori; ti consiglieranno in base al tipo di terreno, alla struttura da creare e alla sua posizione. Ecco alcune specie raccomandate: Salix triandra 'Noir de Villaines', fogliame verde scuro, sottile e fitto che cade a fine inverno. Salix alba vitellina, molto vigoroso, perfetto per una siepe in giardino. Salix americana, foglie abbondanti, verde chiaro, vegetazione precoce dalla fine di febbraio, perde le foglie dopo le prime gelate. Salix vinimalis, fili verde giallastro di grandi dimensioni, perfetti per grandi strutture.

Buono a sapersi: una siepe sarà perfettamente occulta dopo 2 o 3 anni.

Dimensione del salice

Quando dovremmo potare?

È necessario intervenire almeno una volta nel corso dell'inverno, dopo la caduta delle ultime foglie, quando la struttura è nuda; rami spezzati o danneggiati sono facilmente identificabili. Poi una o due volte in estate per riequilibrare i giovani germogli e promuovere la ramificazione.

Il trucco: per una finitura perfetta, lavorare con le cesoie; su una siepe a treccia diritta, puoi potare direttamente al tagliasiepi.

Salici che emergono da una barriera

È invasivo?

Contrariamente alla credenza popolare, il vimini vivente non è invasivo quanto il bambù. Può produrre molti germogli, ma lascia solo la pianta madre; queste non sono liberazioni che escono dal terreno dalle radici. Tuttavia, evitare di piantare le varietà più vigorose (come S. alba vitellina) troppo vicino alla terrazza o altri alberi o arbusti. Per controllare questo sviluppo, una dimensione regolare è la soluzione migliore.

La buona idea: Una struttura in vimini vivente può essere impreziosita da semine annuali come ipomées o piselli dolci. Quest'ultimo si arrampicherà lungo i fili e porterà tocchi di colore alla bella stagione.

Quale irrigazione?

Dimentica la saggezza convenzionale: Willow non deve essere in acqua per tutto il tempo, ma l'irrigazione deve essere supportata, specialmente i primi due o tre anni. Installare un tubo antigoccia o microporoso.

Buono a sapersi: Per limitare l'evaporazione e la crescita delle infestanti, distribuire un pacciame (corteccia di vimini, paglia) per oltre 15 cm.

Loading...

Video: Le Interviste Imbruttite - Milano.

Loading...

Condividi Con I Tuoi Amici