Un Giardino Contemporaneo Di Ispirazione Italiana

In questo giardino monocromo con un layout rigoroso, le nigelles di Damasco portano un tocco di colore blu.

Questo giardino è stato progettato dai due "architetti paesaggisti" Paul Gazerwitz e Tommaso del Buono. Tommaso è cresciuto a Firenze e Paul a New York. Ed entrambi stanno lavorando a Londra. Un mix culturale che conferisce a questo giardino linee ultramoderne e il design semplice ma sorprendente, che ricorda i giardini delle ville sulle rive dei laghi del nord Italia.

Codici rivisitati
Tutti i codici dei giardini del Rinascimento italiano sono stati reinterpretati in modo molto contemporaneo.
• L'ombra e la luce sono entrambe evocate qui con la pietra chiara e il muro scuro e l'ombra degli alberi.
• Le cascate si trovano nella cortina d'acqua che scorre sul muro scuro.
• Un altro elemento essenziale dei giardini all'italiana, il bosso: grandi soggetti scolpiti su cuscini bassi strutturano la parte centrale occupata dal prato.
• Le terrazze dei giardini rinascimentali sono discretamente suggerite dal livello del prato, inferiore rispetto al resto del giardino. I codici del Rinascimento qui hanno preso un lifting...


I diversi colpi di bosso scandiscono lo spazio...

I punti chiave:

Ceramiche italiane

La tradizione della terracotta è molto antica in Italia. Un documento autenticato del 1098 fornisce indicazioni sulle maestranze che lavorano nel territorio di Impruneta, nella regione Toscana di Firenze. Già nel 1308 esisteva una corporazione locale che riuniva i produttori di vasi e brocche e il cui status era destinato a proteggere e regolare la produzione di terracotta.

I vasi, riempiti qui con Gardenia Augusta e alberi di limone, evocano ceramiche italiane in terracotta.

Molto elementi di design

I materiali seguono la stessa regola: le linee devono essere chiare, nitide, immediatamente leggibili, come le sedie in filo d'acciaio cromato saldate che sono state scelte qui per la loro leggerezza e grafica. Un modello molto vicino a quelli di Charles e Ray Eames, in particolare la "Diamond Chair n° 421", creata nel 1952 e rieditata da Knoll.

Piantagioni contemporanee

siepi di Laurus nobilis e Magnolia grandiflora confine con il giardino. Ad ogni estremità del sito, alberi di tiglio (Tilia x europaea 'Pallida') affrontano il prato. Quest'ultimo è fiancheggiato da piante perenni fiori blu. Tra questi, l'iris ("Jane Phillips" e "Blue Rhythm"), Amsonia tabernaemontana, Anchusa azurea 'Loddon Royalist', Borago officinalis, Camassia quamash, Centaurea cyanus "Ragazzo blu", Campanula persicifolia, Consolida 'Blu scuro', Geranio himalayense 'Gravetye', Linum perenne, Lithodora diffusa 'Celeste blu', Nigella damascena 'Miss Jekyll', Phlox paniculata 'Blue Paradise'. Sono state usate anche molte euforbia: E. ceratocarpa, E. palustris, E. amygdaloides var. robbiae, E. wallichii.

l'intervista

Caratterizzato da legno di bosso, bellissimo tutto l'anno

Un occhio inesperto vede molti topiari di bosso. Ma se presti attenzione, non hanno tutti lo stesso tono di verde. E per una buona ragione! C'è anche qui, accanto Buxus sempervirens, osmanthes (Osmanthus x burkwoodii) e filaria a foglia stretta (Phillyrea angustifolia), verde scuro entrambi. La maggior parte è stata tagliata in grandi cuscini che sono larghi il doppio di quanto siano alti. Quindi mescolare le specie ha anche un altro vantaggio, se gli alberi box sono colpiti da uno dei tanti parassiti che li attaccano in questo momento, non perdiamo tutte le topiaries allo stesso tempo!

Per andare oltre: scopri come tagliare i topiari come un professionista con Détente Jardin!

Per mantenere tutto pulito, devi due (o anche tre) taglie all'anno. Il primo è in primavera, può essere abbastanza grave. Il secondo è praticato in autunno è una cosiddetta pulizia leggera. Non tagliare troppo forte perché la pianta non ha il tempo di rifare il legno prima dell'inverno. In entrambi i casi, tagliare quando il cielo è coperto e il tempo è umido. Se si taglia in pieno sole, le foglie dell'interno della pianta, che non sono abituate a luci forti, si grigliano. Le piante si riprendono, ma rimangono marroni e brutte per un buon mese. Se il giorno dopo il sole splende, è meglio imballare le piante sotto un tessuto non tessuto.

trucco


Possiamo combattere il falena bossoQuale defogliare la scatola, da trappole a feromoni adescando i maschi e spruzzare Bacillus thuringiensis ssp. kurstaki (Btk), un batterio che vive naturalmente nel terreno. Il bruco è infetto quando divora parti della pianta innaffiate dai batteri.

Video: Giardino dei Tarocchi.

Condividi Con I Tuoi Amici