Mirto Di Taranto (Myrtus Tarentina), Mirto Con Foglie Piccole

Il mirto di Taranto o Myrtus communis ssp Tarentina è una varietà di mirto comune, ancora più rustica (-10° C) e più lenta a crescere: può diventare 100 anni. E 'un arbusto mediterraneo con crescita molto lenta, fogliame persistente, porto compatto e arrotondato di circa 1,5 m di altezza e larghezza. Cresce nei boschetti e ai margini dei boschi nella regione al confine con il Mediterraneo: inoltre, il suo nome evoca la città di Taranto, porto dell'Italia meridionale.

Mirto di Taranto (Myrtus Tarentina), mirto con foglie piccole

Le sue foglie sono molto aromatiche e possono essere usate per aromatizzare le carni alla griglia. Sono strette, coriacee, lucenti ed ellittiche, lunghe non più di 1-2 cm, di colore verde scuro. I fiori di crema solitaria si tingono di rosa con lunghi stami: le api li apprezzano molto, tanto più che la fioritura è lunga e abbondante. Le bacche sono di un nero bluastro: sono commestibili ma gli uccelli spesso le raccolgono per prime! Altrimenti, possono fare il liquore.

No, non c'è errore, il Myrtle of Taranto come il comune Myrtle sono maschi!

  • Famiglia: Myrtaceae
  • Tipo: perenne
  • Origine: regione mediterranea, Corsica, Nord Africa
  • Colore: fiori bianchi
  • Semina: si
  • Taglio: sì
  • Piantare: primavera
  • Fioritura: da giugno ad agosto
  • Altezza: 1,5 m

Terreno ideale ed esposizione per piantare Mirto di Taranto nel giardino

Il mirto di Taranto sostiene la siccità, necessita di un terreno piuttosto fertile e ben drenato, esposto in pieno sole ma riparato dai venti freddi e disseccante.

Data di semina, taglio e messa a dimora del mirto di Taranto

Se pianterai a Mirto di Taranto in ottobre, sotto una cornice fredda, non vedrai i semi fino alla primavera. È quindi possibile metterli in vasi e tenerli lì per almeno un anno, fino a quando le piante mettono radici.

Puoi anche fare le talee semilegnose a settembre. Altrimenti, la semina sarà idealmente in primavera.

Consiglio di manutenzione e coltivazione del mirto di Taranto

In inverno, verso febbraio-marzo, puoi potare il Mirto di Taranto: sostiene le dimensioni severe e si presta bene all'arte topiaria.

Non c'è bisogno di acqua al di fuori del periodo di semina.

Raccolta, conservazione e utilizzo del mirto di Taranto

Le bacche sono usate per fare il liquore corso o altri antipasti, ma anche marmellata; sono anche usati come ginepro. Le foglie possono profumare le griglie.

Malattie, parassiti e parassiti del mirto di Taranto

Il mirto di Taranto è resistente e non ha malattie specifiche.

Posizione e associazione favorevole di Mirto di Taranto

Nelle regioni mediterranee, piantare il mirto di Taranto in un boschetto, in un'aiuola o contro un muro caldo e soleggiato, o anche in una siepe libera. Può anche essere piantato da solo nei giardini asciutti. Altrove, lo pianterai nel traghetto in modo da poterlo liberare dal gelo in inverno.

Varietà raccomandate di mirto di Taranto per la semina in giardino

Myrtus communis ssp Tarentina è anche chiamato 'Microphylla'. C'è anche Myrtus communis ssp Tarentina 'Variegata' che ha foglie bordate di bianco crema.

Video: .

Condividi Con I Tuoi Amici