Giardini Di Lavoro

Giardino del lavoratore

I giardini di assegnazione sono stati creati nel 1896 dall'abate Jules Lemire, all'epoca vice-sindaco cristiano di Hazebrouck nelle Fiandre francesi (Nord).

Vero impegno politico, questi giardini hanno lo scopo di migliorare la condizione delle famiglie lavoratrici in termini di bisogni alimentari ma anche a livello sociale.

Questo è quanto scrisse Padre Lemire: "Se permettono agli operai di sfuggire ai loro slum approfittando di un'aria più respirabile, li allontanano anche dai cabaret e incoraggiano le attività familiari all'interno di questi spazi verdi".

Col passare del tempo, i giardini di assegnazione sono diventati orti forestali perché la fornitura di appezzamenti di terra si è aperta ad altre categorie socio-professionali. La denominazione è cambiata, ma l'obiettivo è rimasto lo stesso ad avere, per una quota annuale, un orto familiare per la ricreazione, la coltivazione di fiori, frutta e verdura di sua scelta ad esclusione di qualsiasi uso commerciale.

Chi gestisce i giardini di lottizzazione?

I giardini di lottizzazione sono gestiti da associazioni raggruppate nella Lega francese dell'Angolo di terra e di casa (L.F.C.T.F.), anche chiamata National Federation of Family Gardens (F.N.J.F.).

Video: Coloriamo- Migranti al lavoro nei Giardini di Marassi.

Condividi Con I Tuoi Amici